Amestel Gold Race: Capolavoro di Enrico Gasparotto

Amestel Gold Race: Capolavoro di Enrico Gasparotto

Il friulano attacca sul Cauberg e precede il danese Valgren, il solo rimasto alla ruota – Terzo Sonny Colbrelli, che completa la festa italiana – Nella Top Ten anche Ulissi e Visconti

Commenta per primo!

Trionfo italiano nell’Amstel Gold Race, classica dell’UCI World Tour sulla distanza di 148,4 km. Capolavoro di Enrico Gasparotto (Wanty Groupe Golbert), che taglia primo il traguardo prestigioso di Valkeburg dopo aver sferrato il colpo decisivo sull’ultimo passaggio del Cauberg. Annullato il tentativo di Wellens, ha proseguito senza voltarsi. Alle sue spalle il danese Michael Valgren (Tinkoff), l’unico capace di rispondere all’attacco (foto Bettini). 

Completa la festa italiana il terzo posto di Sonny Colbrelli (Bardiani CSF) in volata sul gruppo degli inseguitori. Gaparotto era già salito sul gradino più alto del podio nel 2012 e si era classificato terzo nel 2010. Tagliato il traguardo ha alzato le braccia al cielo per dedicare la vittoria al compagno di squadra Antoine Demoitié, morto domenica 27 marzo alla Gand-Wevelgem. “Tutti sanno per chi è questo successo. La moglie è venuta a trovarci ieri in albergo”, ha detto a caldo.

ORDINE D’ARRIVO
1º Enrico Gasparotto (Wanty – Groupe Gobert) Km. 248,4 in 6h18’02”
2º Michael Valgren Andersen (Tinkoff) m.t.
3º Sonny Colbrelli (Bardiani) a 3″
4º Bryan Coquard m.t.
5º Michael Matthews m.t.
6º Julian Alaphilippe m.t.
7º Diego Ulissi m.t.
8º Giovanni Visconti m.t.
9º Loic Vliegen
10º Tim Wellens m
(Federciclismo)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy