Anche Udine stregata dalla magia del Quidditch

Anche Udine stregata dalla magia del Quidditch

Il ‘Moretti’ dalle gesta di Bettini al parco che ha ospitato il nuovo sport

Commenta per primo!

Ad alcuni i dolcetti, mentre ad altri la sua scopa. La scarti, la impugni… pulisci? No, voli! Niente befana in questo caso, la magia è d’altra fattura. Quella di Harry Potter o meglio, della sua creatrice J. K. Rowling, dalla cui penna quasi venti anni or nacquero le avventure del “bambino che è sopravvissuto”, un mondo in grado di conquistare l’affetto di generazioni grazie a una scuola di stregoneria e ad ogni aspetto che si lega ad essa. Fra questi aspetti vi è il Quidditch, sport praticato a cavallo di elaborate scope da corsa o sgangherate ramazze, sopra le quali streghe e maghetti si sfidano per mettere a segno il maggior numero di punti, alcuni dei quali portati in dote dalla cattura del preziosissimo boccino d’oro.

IMG_9582Una pluffa di mano in mano, tre bolidi a caccia di avversari e si completa così il sommario equipaggiamento in dotazione alle numerose squadre miste sorte anche tra i comuni esseri umani da Hogwarts agli Stati Uniti, fino all’Italia giungendo a Udine. Con il primo allenamento tenutosi ieri nella gelata cornice del Parco Moretti, infatti, un gruppo di giovani studenti e non riuniti attorno a una proposta lanciata su Facebook ha inserito il capoluogo friulano tra le cittadine del Belpaese rappresentate all’interno di una disciplina in espansione, che vanta già una serie di appuntamenti nazionali sviluppatisi sotto la giurisdizione dell’Associazione Italiana Quidditch. A “postare” l’invito sul social griffato Zuckerberg Mara Colautti; insieme a lei coach Nicolas Hanot ha diretto esercizi preliminari e primo approccio a regolamento e divisione in ruoli. Portieri, cercatori e battitori si sono quindi avvicendati sul terreno di gioco dalle 13 alle 15.30 prima di cedere il passo all’inevitabile stanchezza e darsi appuntamento a sabato prossimo 14 gennaio. Stesso posto, stessa ora. Stesso desiderio di volare alto costruendo il futuro del Quidditch in Friuli.

Simone Narduzzi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy