Giro, l’Italia rompe (finalmente) il digiuno con Nibali

Giro, l’Italia rompe (finalmente) il digiuno con Nibali

Il corridore della Bahrain-Merida ha trionfato sullo Stelvio. Battuto in volata Landa, solo terzo Quintana. La maglia rosa rimane ancora a Dumoulin

Commenta per primo!

Ci sono volute sedici tappe del centesimo Giro d’Italia per poter finalmente sventolare il tricolore. Oggi, infatti, a trionfare sull’arrivo di Bormio (in provincia di Sondrio) al termine di una tappa lunga 222 chilometri partita da Rovetta (in provincia di Bergamo), è stato il corridore della Bahrain-Merida Vincenzo Nibali. Un successo che conferma le qualità dell’atleta di casa nostra, protagonista indiscusso sullo Stelvio. Battuto allo sprint lo spagnolo Mikel Landa, soltanto terzo il colombiano Nairo Quintana. Tom Dumoulin, pur fra mille sofferenze, ha difeso la maglia rosa, che indossa dal 16 maggio scorso, giorno della cronometro del Sagrantino. L’olandese, oggi penalizzato da problemi intestinali, è riuscito a limitare il distacco dai rivali che lo hanno preceduto all’arrivo di Bormio.

ORDINE D’ARRIVO. 1. Vincenzo NIBALI (Bahrain-Merida) 6h24’22” 2. Landa (Spa, Team Sky) s.t.; 3. Quintana (Col, Movistar) a 12″; 4. Pozzovivo a 24″; 5. Zakarin (Rus) a 34″; 6. Formolo a 1’26”; 7. Mollema (Ola) a 1’35”; 8. Jungels (Lus); 9. Yates (Gb); 10. Pinot (Fra).
CLASSIFICA GENERALE. 1. Tom DUMOULIN (Ola, Sunweb) 70h14’48”; 2. Quintana (Col, Movistar) a 31″; 3. Nibali (Bahrain-Merida) a 1’12”; 4. Pinot (Fra) a 2’38”; 5. Zakarin (Rus) a 2’40”; 6. Pozzovivo 3’05”; 7. Mollema (Ola) a 3’49”; 8. Jungels (Lus) a 4’35”; 9. Kruijswijk (Ola) a 6’20”; 10. Yates (Gb) a 7’00”.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy