La Trost e la Rossit in finale a Amsterdam

La Trost e la Rossit in finale a Amsterdam

Le due friulane conquistano la finale dell’alto ad Amsterdam

Commenta per primo!

Due azzurre volano nella finale europea dell’alto. Alessia Trost e Desirée Rossit, appaiate a 1,89 (per il quinto posto della Trost ed il decimo della Rossit), guadagnano la promozione al termine di una qualificazione priva di particolari sorprese. Le migliori ci sono tutte, anche se solo le prime quattro (la ceca Hruba, la lituana Palsyte, la spagnola Beitia e la bulgara Demireva) superano l’1,92 richiesto per il pass. Le italiane commettono due errori sulla quota conclusiva, prima che la competizione venga interrotta per il raggiungimento delle 12 qualificate richieste. Eliminata invece Erica Furlani, sedicesima con 1,85 (e tre errori a 1,89). Cronaca dall’evoluzione piuttosto semplice. Nel gruppo A Alessia Trost e Desirée Rossit fanno percorso netto fino a 1,85. Rossit sceglie di entrare in gara fin dalla prima misura, 1,70, Trost invece “passa”, per attaccare l’asticella a 1,75. Entrambe mostrano sicurezza, con la Trost che si fa apprezzare per la notevole “luce” sulla barriera ad ogni tentativo. Nella pedana B, Furlani commette un errore a 1,80 ma si riprende subito, superando la quota al secondo tentativo, e 1,85 al primo. A 1,89 le cose si fanno ovviamente più serie. Trost vola subito oltre l’asticella, mentre Rossit e Furlani commettono un errore (così come la spagnola Beitia, la favorita per l’oro). La friulana riesce al secondo tentativo, mentre per la romana il ritardo nella fase di richiamo è fatale.

La classifica combinata, a questo punto della qualificazione, vede 14 atlete ad avere superato l’1,89. I giudici – come da regolamento – fanno salire comunque l’asticella a 1,92, alla ricerca del limite delle finaliste. Al primo tentativo, ce la fanno solo la ceca Hruba, la lituana Palsyte, e la Beitia, che è terza proprio per via dell’errore a 1,89. Le altre sbagliano tutte, comprese le italiane. Demireva guadagna la Q maiuscola alla terza, mentre a Trost e Rossit viene risparmiato il terzo salto, inutile ai fini della classifica. Finale domani pomeriggio: si salta a partire dalle 17:30.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy