Scherma: A Udine tutto pronto per la Coppa del Mondo U20

Scherma: A Udine tutto pronto per la Coppa del Mondo U20

Il numero di atleti all’evento che si terrà da venerdì 12 a domenica 14 febbraio al PalaIndoor Ovidio Bernes di Udine ha superato quota 440

Commenta per primo!

Mancano pochi giorni al via ufficiale della prova di Coppa del Mondo U20 di scherma ospitata in Friuli Venezia Giulia per l’undicesimo anno consecutivo, grazie all’organizzazione del Comitato Regionale FIS del FVG, al sostegno della Federazione Italiana Scherma, della Regione FVG e di un nutrito pool di sponsor privati. A qualche giorno dalla chiusura delle iscrizioni, il numero di atleti già certi di prendere parte all’evento che si terrà da venerdì 12 a domenica 14 febbraio al PalaIndoor Ovidio Bernes di Udine ha superato quota 440; la soglia delle 500 presenze (da oltre 35 Paesi) potrebbe essere raggiunta nelle prossime ore.

Il via ufficiale all’evento verrà dato venerdì mattina con l’arma più diffusa a livello mondiale, la spada, che come da tradizione anche a Udine sarà la più “frequentata” con i 164 atleti già iscritti. Il clou del programma si avrà sabato 13 febbraio con le gare individuali di spada e sciabola femminili e la gara a squadre di spada maschile (al momento è già certa la partecipazione di 17 team). Le finali sabato avranno inizio alle 18.30. La giornata di domenica inizierà con i fiorettisti impegnati nella gara individuale e terminerà con la gara a squadre di spada femminile.

Partono con i favori del pronostico i tiratori azzurri, già vincitori del medagliere nel 2015 con 2 ori, 3 argenti e 4 bronzi. Federica Isola nella spada femminile e Francesco Ingargiola nel fioretto maschile dovranno provare a difendere il titolo 2015, mentre Federico Vismara nella spada vorrà prendersi quell’oro che l’anno scorso gli è sfuggito all’ultimo assalto. La sciabola femminile è “cosa americana” da tre edizioni con Sage Palmedo che sarà a Udine alla ricerca del record di tre vittorie in tre edizioni consecutive. Nelle due prove a squadre l’Italia proverà a fare meglio del secondo posto ottenuto sia dai ragazzi sia dalle ragazze l’anno scorso.

Il movimento schermistico regionale è particolarmente vivo e lo dimostra la presenza di ben sei atleti in gara a Udine. Il primo a scendere in pedana venerdì 12 nella spada sarà Daniel Colautti. Il 19enne sangiorgino, dopo l’inizio alla Gemina e una lunga militanza in maglia Lame Friulane a San Daniele del Friuli sotto la guida del M° Flavio Floreani (con cui l’anno scorso ha conquistato il pass per le finali Under 20 nazionali), da quest’anno si è trasferito a Trieste alla Società Ginnastica Triestina della M° Lorenza Bocus. Per Daniel è l’ultima chiamata a Udine, essendo questa per lui l’ultima stagione nella categoria Under 20.
Sabato la nostra regione sarà rappresentata da ben tre atleti nella gara di spada femminile. Alessandra Segatto è forse il nome più atteso. Classe ’99, quindi ancora per quest’anno appartenente alla categoria Cadetti (Under 17), Alessandra – nata schermisticamente al Club Scherma Pordenone, cresciuta con il Maestro Roberto Piraino all’ASU di Udine e da quest’anno a Lugo di Romagna alla corte del Maestro Guido Marzari – con grinta e capacità tecniche si è ritagliata un posto al sole nella nazionale azzurra di categoria. A Udine arriva dopo un brillante bronzo ai Campionati del Mediterraneo di Algeri la scorsa settimana e con la voglia di migliorare il 6° posto ottenuto nell’edizione 2015 della gara udinese, fino a qui il suo miglior risultato nella categoria Under 20. Con lei ci sarà Greta Odorico, classe ’97 della Società Ginnastica Triestina. Greta è allieva della Maestra Lorenza Bocus e il suo percorso agonistico è stato caratterizzato da una progressiva crescita che l’ha portata, proprio in questa stagione, a ottenere i migliori risultati della giovane carriera; Greta è in corsa per un posto alle finali nazionali assolute ed è della scorsa settimana il piazzamento negli ottavi di finale alla Prova di Coppa del Mondo U23 di Busto Arsizio. A chiudere il terzetto regionale ci sarà la giovanissima Katja Canalaz, classe 2000 della Fiore dei Liberi di Cividale. Allenata dal M° Alessio Beltrame, Katja vanta la doppia nazionalità slovena e italiana e proprio con la maglia biancoverde la vedremo in gara a Udine. Sempre vestendo i colori della Slovenia, Katja la scorsa stagione ha partecipato ai Campionati Europei Cadetti.
Abbiamo lasciato per ultima la gara dove il Friuli Venezia Giulia ha più possibilità di ottenere una medaglia. La sciabola femminile, infatti, vedrà partire con i favori del pronostico Michela Battiston, vincitrice dell’ultima prova di Coppa a Dourdan e argento nella precedente a Segovia e atleta che si trova in un momento di forma straordinario. L’allieva dei Maestri Christian Rascioni e Sara Vicenzin vedrà salire in pedana con lei anche la compagna di sala della Gemina San Giorgio di Nogaro, la coetanea (classe ’97) Maddalena Bosetti che non sarà nel lotto delle favorite ma sarà senz’altro in grado di dare del filo da torcere alle più blasonate rivali.

Restando in tema di tiratori nati nella nostra regione, anche quest’anno la madrina dell’evento sarà Mara Navarria. A differenza delle stagioni scorse, però, l’atleta di Carlino non sarà presente al PalaIndoor di Udine perché impegnata negli stessi giorni a Buenos Aires nell’ultima, decisiva tappa di qualificazione per le Olimpiadi di Rio: per la spada azzurra è l’ultima possibilità di strappare un pass olimpico.

☆ ☆ ☆ ☆ ☆

PROGRAMMA

– Venerdì 12 febbraio:
ore 8.30 SPADA MASCHILE IND.
Finale a partire dalle ore 17.30

– Sabato 13 febbraio:
ore 8.30 SPADA FEMMINILE IND.
ore 8.30 SCIABOLA FEMMINILE IND.
ore 13.45 SPADA MASCHILE SQ.
Gran Galà e Finali dalle 18.30

– Domenica 14 febbraio:
ore 8.30 FIORETTO MASCHILE IND.
ore 12,00 SPADA FEMMINILE SQ.
Finali a partire dalle 16,00

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy