Solo settima la Trost a Oslo

Solo settima la Trost a Oslo

Alessia Trost settima nell’alto con 1,80 in una gara vinta con appena 1.90 da Ruth Beitia.

Commenta per primo!

Poca fortuna per Alessia Trost in una gara condizionata dai tanti errori (ben quindici) delle concorrenti a 1,85, tra queste l’azzurra, la tedesca Jungfleisch e la caraibica Spencer. La Trost ha chiuso la gara precocemente al settimo posto dove aver superato al primo tentativo l’1,80. A testimonianza delle difficoltà collettive incontrare in pedana, complice le condizioni atmosferiche non ottimali, la misura vincente di appena 1,90 della spagnola Ruth Beitia, unica a superarla, per poi fallire tre volte a 1,93. Seconde ex-aecquo con 1,85 le norvegese Angelsen, la junior ceca Hruba e la svedese Skoog. “E’ stata una gara terrificante – il commento dell’altista azzurra –. Sono senza parole. Tutto bene durante il riscaldamento, c’era un buon clima e 1,85 l’ho fatto come sempre in scioltezza. Poi quando è iniziata la gara è arrivato un freddo improvviso con folate di vento che hanno scombussolato tutto a tutte. Lo si capisce dalla quota con cui si è vinto: una sola atleta che supera 1,90 in una gara di Diamond League è veramente troppo poco. Personalmente mi dispiace molto perchè queste dovrebbero essere misure di allenamento”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy