Udine: La Staffetta Telethon vola verso un nuovo record

Udine: La Staffetta Telethon vola verso un nuovo record

Presentata la Staffetta Telethon 24 per un’ora

Commenta per primo!

In attesa della chiusura ufficiale delle iscrizioni (fissata per lunedì 7 dicembre), la 17a Staffetta Telethon 24 per un’ora si avvia verso un nuovo record. A questa mattina, infatti, sono già 374 le squadre che hanno dato la loro adesione, superando ampiamente il primato 2014, quando 330 team, per un totale di oltre ottomila podisti, si erano dati appuntamento sul tracciato che attraversa il cuore di Udine. Il Comitato Udinese Staffette Telethon, presieduto per il terzo anno da Matteo Tonon, quindi, è al lavoro per garantire la perfetta riuscita dell’evento che, dalle 15 di sabato 12 dicembre alla stessa ora di domenica 13, farà muovere la città al ritmo della corsa e della solidarietà.

PRESENTAZIONE. Vetrina ufficiale questa mattina in Sala Ajace. Sul palco, oltre al presidente Tonon e a Stefano Scaini, consulente tecnico del Comitato, hanno portato il loro saluto Alessandra Zatti, program manager della Direzione scientifica della Fondazione Telethon, il Sindaco Furio Honsell e l’assessore Alessandro Venanzi per il comune di Udine, Paride Cargnelutti, vicepresidente del Consiglio regionale, Fabrizio Pitton, presidente del Consiglio della Provincia di Udine, e Chiara Minuz, direttore dell’agenzia di Udine di Bnl – Gruppo Bnp Paribas.

NUMERI. Ricordiamo che, solo nel 2014, la Staffetta friulana ha permesso di raccogliere e devolvere interamente a favore della ricerca scientifica coordinata da Telethon 187.500 euro. I dati in crescita di anno in anno, con un vero e proprio boom nelle tre ultime edizioni (nel 2012, al via c’erano 246 squadre) dimostrano quanto la manifestazione udinese sia entrata nel cuore della gente, permettendo – finora – di sostenere la lotta alle malattie genetiche rare con la ragguardevole cifra di oltre 1.200.000 euro.

Numeri che testimoniano quanto la corsa benefica udinese sia entrata davvero nel cuore di tutti, coinvolgendo l’intero tessuto sociale, spaziando anche oltre i confini regionali. La due giorni udinese rappresenta, infatti, il primo evento a livello nazionale per la raccolta fondi destinata a Telethon. Un primato che, quest’anno, è stato sancito anche dal patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, attestato di grande prestigio, concesso unicamente a iniziative di alto rilievo culturale, sociale, scientifico, artistico e sportivo senza fini di lucro, che premia il lavoro svolto negli anni da tutti i volontari.

CAMBIA IL PERCORSO. Una delle novità più importanti riguarda il percorso. Ragioni di sicurezza hanno obbligato il Comitato a modificare, last minute, il tracciato che, purtroppo, non potrà più coinvolgere piazza XX Settembre e piazza Duomo, interessata dalla concomitante apertura della ‘Porta Santa’. La scelta, dunque, è stata quella di tornare all’antico, ovvero di ripristinare il percorso dell’ultima edizione. Confermatissima via Mercatovecchio, sede del main sponsor Bnl – Gruppo Bnp Paribas, che sarà punto di partenza e arrivo, mentre il tracciato proseguirà in via Sarpi, via Valvason, via Zanon (pista ciclabile), via Poscolle (tratto compreso tra via Zanon/del Gelso e via Canciani), via Cavour e piazza Libertà. Il Villaggio Telethon, invece, dove gli atleti potranno trovare tutti i servizi di accoglienza (ristoro, zona squadre, docce, cambio, etc), sarà allestito in piazza I Maggio.

SOSTEGNO ALLA RICERCA. Non cambia, invece, l’obiettivo della manifestazione, ovvero la raccolta fondi a favore della ricerca scientifica per le malattie genetiche rare. Udine, caso unico in Italia, è stata abbinata dallo scorso anno a un progetto specifico, interamente sviluppato nella nostra regione. Le donazioni permetteranno di sostenere una delle ricerche attualmente in corso sulla malattia di Pompe, grave disfunzione metabolica di origine genetica che colpisce i muscoli. Lo studio, sostenuto dalla Fondazione Telethon, si svolge presso l’Icgeb di Trieste, con il coordinamento del Centro regionale per le malattie rare dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Udine.

La due giorni udinese, inoltre, accoglierà anche una giornata informativa sulla Sindrome di Angelman, organizzata da Ferruccio Pin, papà di un bambino affetto da questa malattia genetica rara e membro del direttivo nazionale dell’Organizzazione Sindrome di Angelman (Orsa). Il convegno è in programma sabato 12, dalle 8.30, in Sala Ajace.

CORRI CON IL CAMPIONE. La madrina 2015 Anna Incerti, assieme ad altri sette big del podismo – Scaini, Maurizio Leone, Deborah Toniolo, Giovanni Ruggiero, Francesco Bona, Danilo Goffi e Venanzio Ortis – si è messa a disposizione del Comitato per l’iniziativa ‘Corri con il campione’ e disputerà la prima frazione della corsa con uno degli otto team di amatori che, grazie ai ‘mi piace’ sulla pagina Facebook Telethon Udine, si sono aggiudicati un compagno di squadra davvero speciale.

STAFFETTA GIOVANI. Accanto alla 24 per un’ora, non mancherà l’11esima Staffetta Giovani che, nell’edizione 2015, assumerà il ruolo di apripista della due giorni all’insegna della corsa. I ragazzi delle scuole friulane, infatti, scatteranno alle 9.30 di sabato 12 dicembre e avranno tutti i riflettori puntati su di loro, con start e premiazioni dedicate. I podisti si passeranno il testimone dopo aver completato un giro del tracciato ufficiale. L’organizzazione è stata messa a punto grazie all’impegno dell’Ufficio scolastico per l’Educazione fisica e sportiva di Udine, coordinato dal professor Claudio Bardini. La mattinata sarà allietata dalle note del Copernicoro che si esibirà, alle 11.30, sotto la Loggia Del Lionello.

EVENTI COLLATERALI. Tante, come da tradizione, le iniziative collaterali. Non mancherà la quinta Staffetta dell’arrotino che, grazie alla disponibilità dell’Associazione Arrotini della Val Resia, sarà a disposizione della cittadinanza – per l’intera durata della manifestazione! – sotto la Loggia del Lionello per lavori di affilatura il cui ricavato sarà interamente devoluto a Telethon.

Scendono in pista anche i mascherai di Tarcento che, nell’arco delle 24 ore, si daranno il cambio per realizzare un mascherone partendo da un tronco di oltre un metro e mezzo di altezza. L’opera sarà poi messa in vendita e il ricavato sarà destinato alla raccolta fondi Telethon. Nello stand dell’associazione I Mascarars di Tarcint, inoltre, sarà possibile ammirare un’esposizione di maschere lignee carnevalesche, anche queste acquistabili attraverso un versamento a Telethon.

Il via ufficiale della Staffetta sarà accompagnato dalle note della Fanfara della Brigata Alpina Julia mentre, nell’arco dei due giorni di corsa, si alterneranno i Tamburi da Guerra di Cividale, la Banda musicale di Castions di Strada, gli Sbandieratori di Palmanova e il gruppo L.G.B. Non mancherà, poi, l’intrattenimento firmato da Radio Punto Zero, anche quest’anno partner della manifestazione. In via Mercatovecchio, poi, sarà allestito uno speciale stand gastronomico. Grazie alla collaborazione con il Comune di Gemona, sabato 12 si potranno degustare i toc in braide e gli gnocchi di polenta con il formaggio (presidio slow food della Latteria di Campolessi di Gemona), preparati da Ciro Baldissera, mentre domenica 13 Lady Chef Marinella Ferigo cucinerà il minestrone per tutti. Sempre in via Mercatovecchio, saranno presenti anche gli stand espositivi della Brigata Alpina Julia, della Brigata Pozzuolo del Friuli e della Brigata Ariete.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy