Basket: A.P.U., semaforo rosso contro Orzinuovi

Basket: A.P.U., semaforo rosso contro Orzinuovi

Commenta per primo!

Intendiamoci: Orzinuovi è una grande squadra: forte dal perimetro, irresistibile nell’area pitturata, compatta in difesa. La trimurti Valenti-Ruggiero-Bona, perfino un lusso per la categoria, stasera ha messo a referto 52 dei 79 punti di squadra.

La gara è però continuata punto a punto per 36 minuti, nei quali Udine scappava al massimo a +5 e Orzinuovi sopra di due lunghezze; a quel punto, puntuale come le tasse da pagare, scattava la solita sindrome udinese dell’ultimo quarto. A Pavia andò bene, quando Poltroneri e Pinton la risolsero con classe; domenica passata contro Urania Milano il vantaggio era ampio e rimasero comunque undici punti di distacco a favore dei neri; stasera, però, negli ultimi dieci minuti la GSA incassava un 13-32 micidiale: una mazzata irrecuperabile.

Lino Lardo deve capire, lui per primo, cosa succede: calo fisico? Concentrazione? Calo d’intensità? Siamo alle prime gare, i meccanismi vanno oliati ma è consigliabile farlo prima che i difetti divengano endemici ed irreversibili.

In generale, Udine ha difeso con poca convinzione in area, concedendo troppi punti agli avversari in avvicinamento al canestro. Castelli, Zacchetti e capitan Vanuzzo hanno opposto una resistenza troppo flebile per arginare le azioni orceane, permettendo troppi canestri decisamente comodi ai centri avversari ed alle guardie in penetrazione. Orzinuovi non ha mai tirato dalla media, preferendo soluzioni senza marcatura dall’arco dei 6,75m,  dopo aver pazientemente girato palla; oppure come detto palla sotto e due punti.

Un sommesso paragrafo sulla coppia arbitrale.

E’ colpa mia: ho visto troppe gare negli USA, dove si fischia fallo se esiste un’irregolarità manifesta e in nessun altro caso, quindi sono mentalmente tarato a vedere difese fisiche, agonisticamente tirate. Evidentemente i due signori in grigio, stasera, avevano assitito ammirati al bronzo dell’Italia contro la Bulgaria, immedesimandosi nel ruolo di due arbitri di volley. Di conseguenza, non ritenendo il basket uno sport di contatto, di conseguenza si sono divertiti a fischiare una quarantina di falli nella gara, di cui due “intenzionali”, uno dei quali è costato cinque punti (quelli decisivi) alla A.P.U. Dopodiché mi sono sembrati infischiarsene del regolamento (del basket, non di quello del volley magari), ignorando del tutto infrazioni di tre secondi in area (ma esiste ancora?), una cosa che negli States ritengono grave quanto il furto con scasso; tre (TRE) infrazioni d doppio palleggio; una mezza dozzina di infrazioni di passi. Ma sia pure, chissene; mi spieghino allora, i signori D’Orazio e Menegalli, prode coppia veneta, come mai in una gara del tutto equilibrata e decisamente corretta una formazione abbia tirato 36 liberi e l’altra solo dieci. Ovvio: quando Udine è in bonus al terzo minuto di gioco d’ogni santissimo quarto, da quel momento in poi ogni fallo sono due liberi matematici.

Non ho mai creduto all’influenza sanguinosa degli arbitri sul gioco più bello del mondo: ma sul -6 è stato fischiato un fallo per una difesa-press sul portatore di palla orceano, che l’aveva persa: dal potenziale -3 si è andati al -8 e ciao ciao Concorde.

Detto ciò, guai ad appellarsi a questo per giustificare la sconfitta, sicuramente troppo pesante, contro una corazzata della categoria: il sistema operativo dei tuttineri va resettato e si pensi immediatamente alla prossima gara contro Scandicci. Lardo deve lavorare sulla concentrazione e la tenuta nervosa della squadra, per evitare di ricadere, come successo oggi, nella sindrome dell’ultimo quarto.

APU 65

ORZINUOVI 79

18-14, 38-39, 52-47

APU GSA UDINE

Castelli 9, Marchetti 8, Zacchetti 9, Truccolo 6, Nobile 6, Pinton 8, Ferrari 3, Vanuzzo 3, Poltroneri 13; non entrato: Norbedo. Coach Lardo.

GAGA’ MILANO ORZINUOVI

Motta 1, Valenti 16, Perego 8, Samoggia 10, Cantone 8, Bona 20, Ruggiero 16, Brighi; non entrati: Mazzucchelli e Bracci. Coach Eliantonio.

Arbitri D’Orazio e Menegalli.

Note Tiri liberi: Gsa 8/10, Orzinuovi 27/36. Rimbalzi: Gsa 32 (Poltoneri 6), Orzinuovi 32 (Ruggiero 9). 5 falli: Castelli al 38’ (65-73) e Marchetti al 39’ (65-75); antisportivo a Zacchetti al 16’ (32-32) e Poltroneri al 33’ (55-55).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy