Basket, alla Calligaris il derby con Gorizia

Basket, alla Calligaris il derby con Gorizia

La Calligaris Corno batte Gorizia: E’ comunque, una sconfitta indolore quella dell’Ardita che, alla luce della sconfitta di Montebelluna con Tarcento, è a un passo dai play-off.

Commenta per primo!

Manca Tonetti? Nessun problema, c’è Bacchin. Nella penultima di ritorno di C Gold, la Calligaris Csb a Corno di Rosazzo supera 87-72 l’Ardita Gorizia nel derby Fvg e scopre di non essere dipendente dal “killer di Ruda”. Daniel, dopo avere stretto i denti e deciso il match con lo Jadran Trieste due settimane fa, non scende in campo contro gl’isontini a causa di uno stiramento al polpaccio destro, ma la truppa del presidente Loris Basso maschera l’assenza del suo leader. Merito, come detto, di Marco Bacchin. Il giovane play dipinge una partita a tutto tondo con 10 assist e 29 di valutazione ed è proprio lui che scaccia gl’incubi negli ultimi 5’49” di partita quando Gorizia acciuffa la parità, mettendo pressione ai padroni di casa. In partenza, la Calligaris ritrova Macaro, abile e arruolato dopo l’ernia inguinale che l’ha costretto ai box dal 2 marzo scorso dopo il “clasico” con la Falconstar Monfalcone. Dall’altra parte, l’Ardita non ha Fornasari bloccato dalla tallonite ed è un problema, quello delle rotazioni corte, che in maniera evidente frena le ambizioni ospiti nelle battute decisive. Nel primo quarto, Gorizia dimostra di essere in palla anche se l’ex di turno, Nanut, sparacchia non trovando facilmente la via del canestro visto che è operativa la staffetta Graziani – Franco su di lui. L’Ardita sale sul massimo vantaggio di +4 in quattro occasioni nei primi 10 minuti, però la Calligaris rimane incollata e, con il break di 11-0 nella fascia centrale del secondo periodo, mette la freccia: 39-29 al 16’ con una delle tre triple di capitan Diviach, attivo pure a rimbalzo. Nanut dà un segnale dopo 8 errori al poligono, l’Ardita va al riposo speranzosa (44-41 al 20’) e dopo l’intervallo tiene botta quando la Calligaris tenta di darle la spallata decisiva: 51-41 al 22’. Casagrande, Manservisi e Mucic confezionano la rimonta che si concretizza sul 66-66 a 5’49” dal gong al 40’, mentre Marcetic è in affanno. Da lì, Bacchin si prende la squadra sulle spalle, segna 10 punti quasi consecutivi che danno almeno il quarto posto matematico al Csb, ancora in corsa per il terzo. E’, comunque, una sconfitta indolore quella dell’Ardita che, alla luce della sconfitta di Montebelluna con Tarcento, è a un passo dai play-off.

CALLIGARIS 87
ARDITA 72

22-22, 44-41, 60-55

CALLIGARIS CSB CORNO DI ROSAZZO
Avanzo 4, Graziani 12, Diviach 9, Miniussi 14, Miani, Macaro 2, Franco 18, Braidot 7, Bacchin 21, Basso; non entrati: Sandrino e Tonetti. Coach Rovere.
ARDITA GORIZIA
Polvi 3, Marcetic 9, Manservisi 10, Nanut 5, Bressan, Buso, Mucic 24, Casagrande 21; non entrato: Cipolla. Coach Busolini.
Arbitri De Rico e Fior.
Note Tiri liberi: Calligaris 12/14, Ardita 16/20. Rimbalzi: Calligaris 47 (Diviach 10), Ardita 38 (Mucic 13). 5 falli: nessuno; tecnico a Nanut al 36′ (72-68). Prima della palla a due è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Fabrizio Mocchiuti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy