Basket: comincia la stagione dell’Ardita Gorizia

Basket: comincia la stagione dell’Ardita Gorizia

Commenta per primo!

A poco più di un mese dall’inizio del campionato di serie C Gold, l’Ardita Gorizia ha iniziato la preparazione atletica in vista di una stagione cestistica con molte novità.

IL GRUPPO Inizia infatti il ciclo con Giovanni Busolini alla guida di un gruppo con due volti nuovi, quelli di Patrick Nanut e Sasa Mucic, e molte conferme: il capitano Luca Manservisi, Leonardo Fornasari, Marko Marcetic, Giulio Casagrande, Francesco Coco e Francesco Polvi. Il gruppo viene completato dagli under del vivaio: Alessio Maghet, Matteo Colmani, Nicola Braida, Michele Sinicco, Fabio Cipolla e Davide Bressan. Busolini avrà al suo fianco Thomas Miani, che oltre ad essere assistant coach della prima squadra ricoprirà il ruolo di responsabile tecnico del settore giovanile. La preparazione atletica è curata da Maurizio Gandolfi.

NUOVA ERA Conclusa l’era Isogas, l’Ardita prosegue il progetto di rilancio del basket goriziano con l’importante contributo del ConArGo, il neonato consorzio che si prefigge lo scopo di raccogliere fondi per contribuire al sostegno dell’attività biancoblu.

PRE SEASON La marcia d’avvicinamento al campionato dell’Ardita prevede la partecipazione a due tornei: il Basket Doc al palasport Benedetti di Udine (11-12 settembre) e il K2 Sport al Kulturni Dom di Gorizia (17-18 settembre).

PRIME PAROLE Giovanni Busolini apre così la sua prima stagione da head coach Ardita: «Non fissiamo obiettivi, lavoriamo e strada facendo vediamo dove possiamo arrivare. Ho a disposizione un roster che mi offre diverse soluzioni tattiche, con giocatori in grado di ricoprire più ruoli. Da parte mia c’è grande volontà di far bene, anche perché ho iniziato qui all’Ardita sia come giocatore che come allenatore». Spazio poi per alcuni messaggi alla squadra: «Chiedo impegno e serietà, perché con esse c’è anche divertimento nel giocare a basket. Io sono ambizioso e spero che lo sia anche la squadra. La voglia c’è, l’ho già vista nei ragazzi, e va trasformata in un lavoro redditizio. Spiace per la partenza di Cerniz, ma sono contentissimo dei due nuovi arrivi, ci danno quella forza fisica mancata l’anno scorso e grande talento. Ho un gruppo di grandi passatori».  Non può mancare un pensiero sui giovani: «Sono contento di poter contare sull’apporto dell’Under 20, ci permetterà di allenarci con i giusti numeri. Quattro o cinque ragazzi si aggregheranno alla prima squadra, da loro mi aspetto molto». Chiusura dedicata all’assistente Thomas Miani: «Sono anni che ci confrontiamo su tecnica e tattica, è davvero un grande piacere averlo al mio fianco».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy