Basket, Galanda: Udine merita una squadra di primo livello

Basket, Galanda: Udine merita una squadra di primo livello

L’ex cestista friulano testimonial dei Mondiali Under 19 femminili in programma a luglio tra Udine e Cividale, assieme a Miss Italia 2015 Alice Sabatini

E’ cominciato ufficialmente questa sera il cammino verso i Mondiali femminili Under 19 di basket, in programma dal 22 al 30 luglio tra Udine e Cividale. Nella sala adiacente alla Basketball House del Città Fiera, infatti, al termine delle prove per il sorteggio che si terrà domani alle 11 (diretta streaming su www.fiba.com) si è tenuta una conferenza stampa, moderata dal giornalista Francesco Tonizzo, alla quale hanno partecipato il responsabile Fiba per l’evento Ashley Green e due testimonial d’eccezione: l’ex cestista, tra le altre, di Scaligera Verona, Fortitudo Bologna e Varese (e ora dirigente di Pistoia, in A1) Giacomo “Gek” Galanda e la cestista e Miss Italia 2015 Alice Sabatini.

E’ un onore tornare qui in questa veste – le parole di Galanda -, mi fa piacere essere qui, credo che questa terra sia fondamentale per la pallacanestro italiana. Questa è una regione che ha portato tantissimo negli anni alla pallacanestro, sono fiero di essere cresciuto qui, anche se poi la carriera mi ha portato lontano. Questa è una terra che merita una squadra o più squadre di primo livello. Conosciamo la passione del passato e quanto seguito ci sia qui“.

Intanto Udine (e Cividale) è pronta a ospitare per la prima volta i Mondiali. “Domani sarà la prima tappa dal punto di vista promozionale – ha spiegato Green –, con la cerimonia del sorteggio, che prevede la suddivisione delle 16 squadre in 4 gruppi, cercando equilibrio in base al ranking maturato in seguito ai risultati nelle qualificazioni Under 18 continentali. Vista la presenza di quattro squadre americane è stato già definito che ne sarà inserita una per ogni gruppo. Le favorite? Ci sono squadre tradizionalmente molto forti. In Europa vi è tanto equilibrio, mentre gli Stati Uniti sono schiacciasassi solitamente. Anche se nel 2015 in Russia la finale Russia-Usa è stata di grande livello, dimostrando che il livello si sta alzando“.

Un aspetto di non poco conto è il nuovo logo assegnato alla manifestazione: “Fiba U19 Women’s Basketball World Cup”, che indica un livello di competizione e qualità maggiori.

Ci tenevo a fare una precisazione – irrompe Galanda -, il Mondiale Under 19, soprattutto nel femminile, non deve essere Miss Italia 2015 Alice Sabatini Basketball Housevisto come un mondiale di settore giovanile, le ragazze maturano prima, dunque è un mondiale di grandissimo livello. Dobbiamo sentirci onorati di partecipare e di ospitare. Inoltre sarà intrigante per la nostra realtà ospitare nazionali come il Giappone o il Mali, che provengono da Paesi così esotici e lontani“.

Bellissima e competente presenza quella di Alice Sabatini, attualmente tesserata con Ostia, che ha parlato così del movimento femminile in generale: “Nel basket femminile c’è meno fisicità rispetto al basket maschile, quindi è meno spettacolare ma più tecnico“. Il ritorno sul parquet dopo l’esperienza del titolo di Miss Italia è stato, invece, vissuto così: “Sono sempre stata vicina al mondo della pallacanestro, ho preso parte alla Basket Artistic. Però il ritorno sul parquet è stato traumatico perchè non è avvenuto con la mia squadra, il Santa Marinella, ma con Ostia. Competitività maggiore sul parquet o nei camerini di Miss Italia? Sul parquet, sono un’agonista”.

Appuntamento a domani, quindi, con i sorteggi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy