Gsa Udine, dal possibile harakiri al trionfo: Verona ko all’overtime

Gsa Udine, dal possibile harakiri al trionfo: Verona ko all’overtime

Dopo il 68-68 nei tempi regolamentari, i bianconeri si impongono per 80-73 dopo un tempo supplementare. Mvp dell’incontro Veideman con 21 punti. Pellegrino e Poletti usciti per cinque falli

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Rollercoaster Gsa Udine. Impresa centrata per i bianconeri che dopo un tempo supplementare sono riusciti ad aggiudicarsi il derby con Tezenis Verona, in un PalaCarnera praticamente sold out (3.420 gli spettatori presenti). Nell’80-73 finale si nascondono tre gare: la prima, durata i primi due periodi, che ha visto gli uomini di coach Lino Lardo dominare l’incontro senza subire quasi mai l’iniziativa degli avversari; una seconda da brivido nella quale 18 punti di vantaggio sono stati polverizzati da Greene & co., bravi a conquistare i supplementari quando la gara sembrava irrimediabilmente compromessa; e una terza gestita con intelligenza ed equilibrio che ha consentito ai friulani di conquistare due punti pesantissimi in chiave play-off. Grazie, infatti, alla vittoria di oggi la Gsa Udine ha consolidato il terzo posto (28 punti) alle spalle di Fortitudo (in campo domani sera contro Imola) e Alma Trieste (surclassata nell’anticipo odierno da Treviso), appaiate a quota 32. I meriti maggiori vanno spartiti da Rain Veideman, Mvp dell’incontro con 21 punti, e Francesco Pellegrino (12 punti), autore di una prestazione eccellente sia in chiave difensiva che offensiva. Adesso i bianconeri avranno 10 giorni a disposizione per preparare la sfida con Jesi in programma mercoledì 28 febbraio e le Final Eight che si giocheranno proprio nella località anconetana dal 2 al 4 marzo. La “vera” stagione comincia adesso.

CRONACA. Ancora senza Andrea Benevelli e Mauro Pinton, out per infortunio, coach Lardo Gsa Udine Tezenis Verona tifosi Settore Dmanda in campo: Veideman, Dykes, Raspino, Diop e Pellegrino. Coach Luca Dalmonte, invece, schiera: Palermo, Greene, Jones, Udom e Poletti. Inizio travolgente della Gsa Udine che dopo un minuto si portano sul +5 grazie alla tripla di Veideman e al canestro di Dykes (5-0). Sessanta secondi dopo la Tezenis impatta (5-5), ma l’Apu torna subito avanti, grazie a un’altra realizzazione da tre del nazionale estone (8-5). Lo stesso Veideman firmerà il 6 dopo 3 minuti e 25 secondi di gioco. La formazione di Lardo sembra avere un approccio alla gara decisamente diverso rispetto a sette giorni fa. E nemmeno la tripla di Jones a metà periodo (14-11) mette ansia ai bianconeri, che ristabiliscono subito le distanze (17-11) dopo 3 minuti e 48 secondi di gioco. Negli ultimi due minuti, poi, i friulani si portano sul +9 grazie a una bomba di Bushati (22-13). Di Nobile l’ultimo canestro del primo periodo (24-15). Nel secondo periodo i padroni di casa ripartono da dove avevano lasciato: Bushati firma la tripla del +12 (27-15) e, approfittando di una fase di confusione della Tezenis, a metà periodo toccano il +17 con Mortellaro (32-15). A 3 minuti e 39 secondi dall’intervallo lungo Raspino mette a segno la tripla del +18 (35-17). Nel finale i veneti recuperano qualche punto, con Greene e Udom che firma il 38-23 con il quale si chiude la seconda frazione. Nel terzo periodo la Gsa Udine accusa un po’ di mancanza di lucidità, ne approfitta Tezenis che dopo tre minuti si porta sul -9 grazie alle due triple consecutive di Poletti (38-29). Il primo canestro bianconero del terzo quarto si registra dopo quasi 4 minuti: Veideman trasforma uno dei liberi assegnati per fallo di Palermo (39-29). Troppo poco in un momento in cui Verona sembra avere più benzina: a metà periodo gli ospiti si avvicinano pericolosamente con Palermo (tripla) e Udom (39-34). I friulani si “scuotono” e ritrovano canestri pesanti con Mortellaro e Bushati: a 2 minuti e 54 secondi dalla terza sirena i padroni di casa sono, infatti, nuovamente avanti di 11 lunghezze (47-36). Il vantaggio rimane intatto fino allo scadere del periodo (54-43). Nell’ultimo periodo Greene va a segno dalla distanza dopo 16 secondi (54-46) e a 7 minuti dalla fine del match i veneti si portano sul -4 con Jones e Greene, autore di una tripla “regalata” da Bushati che perde palla ingenuamente dopo una grande stoppata di Dykes su Jones (57-53). La rimonta viene completata da Amato e Poletti che portano Tezenis per la prima volta sul +1 (57-58) a metà periodo. A riportare in vantaggio il team di Lardo ci pensa Pellegrino autore di una schiacciata e di un canestro dalla lunetta per fallo di Poletti (60-58). Lo stesso numero 29 bianconero si ripeterà per il +6 (66-60) a 3 minuti e 35 secondi dal termine della gara, mentre Raspino sigla il +8 (68-60). Ma la partita non è finita. A un minuto e 32 secondi dalla sirena Tezenis va sul -2 grazie a una tripla di Greene (68-66), bravo a recuperare palla dopo l’errore dalla lunetta di Udom. A 42 secondi dalla fine Raspino commette fallo e Poletti realizza dalla lunetta il 68-68 con il quale si chiudonoi tempi regolamentari. Il primo tempo supplementare si apre con la tripla di Veideman dopo 35 secondi (71-68). Lo stesso nazionale estone realizza i due liberi assegnati per fallo di Palermo (73-69), ma è la tripla di Diop a 2 minuti e 22 a chiudere l’incontro (76-69). Nell’ultimo minuto Pellegrino prima e Poletti poi dovranno abbandonare il campo per cinque falli, mentre Veideman fissa il punteggio finale sull’80-73.

 

IL TABELLINO

GSA UDINE – TEZENIS VERONA 80-73 (68-68 d.t.r.)

(24-15, 38-23, 54-43)

GSA UDINE: Dykes 11 punti, Mortellaro 6, La Torre ne, Veideman 21, Raspino 5, Nobile 2, Ferrari 2, Chiti ne, Pellegrino 12, Diop 5, Bushati 16. All. Lino Lardo.

TEZENIS VERONA: Greene 15, Visconti 2, Poletti 12, Jones 12, Amato 5, Guglielmi ne, Oboe ne, Palermo 9, Nwohuocha 2, Udom 14, Ikangi ne, Tote 2. All. Luca Dalmonte.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy