Gsa Udine, Dykes: “Sono un giocatore che odia perdere”

Gsa Udine, Dykes: “Sono un giocatore che odia perdere”

La nuova guardia Usa promette punti e spettacolo: “Lotterò per vincere più partite possibili. Parlando con Micalich e Lardo ho avuto delle buone sensazioni”

Commenta per primo!

E’ stato ingaggiato da poche ore – a causa del “forfait” di Tj Price -, ma sembra già essersi perfettamente calato nella nuova realtà. La guardia Usa classe ’87 Kyndall Dykes, con un recente passato in Romania dove ha conquistato il titolo nazionale, non vede l’ora di scendere in campo con la Gsa Udine. Ecco cosa ha rivelato nel corso di un’intervista realizzata dall’ufficio stampa del club bianconero, che l’ha raggiunto telefonicamente durante un weekend di relax a New York.

Dykes, che cosa sa di Udine?

«Ho sentito dire che si tratta di un grande club, con grandi tifosi, e di una piazza storica del basket italiano. Quindi, sono eccitato dall’idea di giocare a Udine».

Ha già preso informazioni sulla serie A2 italiana?

«Conosco alcuni atleti che hanno giocato in serie A2 e mi hanno detto che, rispetto alla serie A di molti altri Paesi, si tratta di una lega migliore. Questo significa che in serie A2 italiana ci sono tanti buoni giocatori e tante buone squadre. Lotterò per vincere più partite possibili perché questo è quello a cui ambisce un giocatore».

Come si descriverebbe?

«Sono un giocatore che odia perdere, quindi gioco sempre per vincere ogni partita mettendoci il cuore. Provo sempre a dare il mio massimo in attacco per essere un terminale, mentre in difesa cerco di dare una mano alla squadra per centrare l’obiettivo».

Ha già parlato con qualcuno della società?

«Ho parlato sia con il gm Micalich che con coach Lardo, ho avuto delle buone sensazioni. Mi hanno spiegato quello che vogliono da me. Sono già pronto per scendere in campo e aiutare la squadra a vincere il più possibile».

Qual è il suo ulteriore messaggio alla tifoseria friulana?

«Ai tifosi chiedo di supportarci durante la stagione e venire al palazzo per gustarsi lo spettacolo trasmettendoci energia e passione. Così, ci aiuteranno a battere i nostri avversari».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy