Gsa Udine, l’euforia di Dykes: dal pubblico la spinta per vincere

Gsa Udine, l’euforia di Dykes: dal pubblico la spinta per vincere

La guardia Usa del roster bianconero non vede l’ora di scendere in campo venerdì contro la Fortitudo: “Vogliamo essere protagonisti di una grande stagione”

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Ha voglia di sorprendere, di entusiasmare e promette di non tirarsi indietro. Kyndall Dykes – o semplicemente “KD” (chissà se avere le stesse iniziali di uno dei più grandi talenti del basket a stelle strisce, Kevin Durant, sia solo una coincidenza o anche una fonte di ispirazione) – è pronto per esordire in una gara ufficiale con la maglia della Gsa Udine. Venerdì, infatti, i bianconeri affronteranno la Fortitudo Bologna al PalaCarnera (palla a due alle 21) davanti a un pubblico davvero numeroso, che si sta avvicinando a quota 3mila. E aumentare la spettacolarità della partita sarà la mission di Dykes, come lui stesso ha rivelato a MUD.

Dykes, innanzitutto come si sta trovando nella Gsa Udine?

Molto bene. Fin dall’inizio tutti mi hanno accolto benissimo, a cominciare dai ragazzi, ma anche dall’allenatore e dai managers. Chiaramente quando si cambia squadra c’è sempre un periodo di ambientamento da superare, qui è stato tutto molto semplice.

Che differenze ha trovato tra la preparazione in Romania e in Italia?

Gli allenamenti sono decisamente più lunghi qui. Dal punto di vista della tipologia di lavoro sono simili, ci si allena sulla difesa, sull’attacco,… Ma le sessioni durano molto di più. Inizialmente ho fatto un po’ fatica, non ero abituato ad allenamenti che durano due, tre ore. Ora però ho capito che qui funziona così e non ci sono problemi.

Cosa conosce della Fortitudo Bologna?

Personalmente non conosco nessuno dei nostri prossimi avversari. So solo che c’è un’accesa rivalità tra le due tifoserie della città di Bologna in occasione dei derby.

Restando in tema tifosi, c’è una “promessa” che si sente di fare alla vigilia dell’inizio del campionato?

Chiedo loro di venire numerosi venerdì. Stiamo lavorando per offrire uno spettacolo importante. Non sarà una partita facile, affrontiamo un avversario quotato e la nostra squadra è stata molto rinnovata, ci vorrà del tempo per trovare il totale affiatamento, però ci teniamo a fare bene, vogliamo essere protagonisti di una bella stagione. Vogliamo che i nostri tifosi assistano a un grande show.

E lei vestirà i panni dello showman?

Questo è il modo in cui piace giocare. Mi piace instaurare un legame con i tifosi, mi piace sentire quel calore attorno, quel coinvolgimento con il pubblico che ti consente, anche quando sei stanco, di trovare ancora energie per dare tutto in campo. La gente attende il tuo prossimo canestro e non puoi deluderla. Questo mi carica moltissimo. Sentire la gente che ti incita, si alza in piedi per te, ti applaude, sono sensazioni impagabili.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy