Gsa Udine, Mastrangelo non si nasconde: “Vorrei rimanere”

Gsa Udine, Mastrangelo non si nasconde: “Vorrei rimanere”

La guardia ex Scauri è stato tra i protagonisti della seconda parte di campionato, ma il suo futuro non è ancora chiaro: “Parlerò con la società, mi piacerebbe disputare un campionato intero qui”

In attesa di conoscere quale sarà il destino di Stan Okoye – la società ha dato un ultimatum al giocatore ed entro domani sono attese novità -, prosegue la preparazione della Gsa Udine al palaBenedetti. Dopo due settimane di lavoro “individualizzato”, i bianconeri si ritroveranno lunedì per l’ultimo turno di questa fase post-campionato. Tra i giocatori ancora in “bilico” c’è anche il friul-giuliano Daniele Mastrangelo, che a MUD non ha nascosto il suo desiderio di rimanere in bianconero per un’altra stagione.

Mastrangelo, queste prime due settimane di lavoro sono servite per ritrovare ritmo e condizione?

Assolutamente, dopo due settimane di pausa, è giusto riprendere a fare qualcosina, almeno un richiamo atletico, qualche pesetto, ma soprattutto è importante lavorare sui fondamentali. Sono allenamenti che sfruttiamo per migliorarci dove pecchiamo di più. Ci stanno servendo e ci stiamo impegnando molto, anche se il campionato ormai è finito.

Per quanto riguarda il suo futuro ci sono novità?

Al momento è tutto fermo. Comunque mi farebbe veramente piacere rimanere per disputare un’intera stagione nella mia città. Comunque sono contento aver ultimato questo campionato nel migliore dei modi, ora vedremo. Parlerò con la società per cercare di capire quali sono i piani per la nuova stagione e poi decideremo cosa fare.

La sua esperienza binconera è stata segnata, positivamente, dall’ottima prestazione offerta con Trieste. Ma se dovesse dare un voto alla sua avventura friulana, sarebbe…?

Sono sicuramente soddisfatto. Sono arrivato qui con quella di dare tanto in allenamento, di guadagnarmi minuti. Ringrazio coach Lardo per avermi dato subito fiducia, dalla prima gara con il Bologna nella quale mi ha subito messo in quintetto e poi con il derby penso di essermi guadagnato il mio spazio. Non mi dò voti, però sono contento di come sia andata.

Lei è ancora giovane, ma ha già una discreta esperienza in A2. Una stagione come quella passata può rappresentare un punto di partenza per obiettivi più importanti?

Assolutamente sì. Non dimentichiamo che siamo una squadra neo-promossa. Ho avuto la fortuna di giocare per tanti anni in questo campionato e il livello è sicuramente altissimo, soprattutto, vedendo anche l’andamento dei play-off, nel nostro girone. Essere arrivati noni, partendo con l’obiettivo della salvezza, rappresenta un grandissimo risultato. Il prossimo anno, che io ci sia o meno, auguro il meglio a questa società che sono sicuro che farà il massimo.

Ha parlato di play-off, quindi le chiedo: chi salirà in A1?

Vedo favorita la Fortitudo Bologna.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy