Gsa Udine, non basta Nobile versione Rain: vince la Fortitudo

Gsa Udine, non basta Nobile versione Rain: vince la Fortitudo

Nonostante le tante assenze, gli uomini di Lardo tengono testa a Bologna fino a 4 minuti dalla fine, quando Dykes esce per 5 falli. Mvp dell’incontro il giovane play con 22 punti

Serviva un miracolo e la Gsa Udine l’ha quasi sfiorato. In un PalaDozza caldissimo la formazione di coach Lino Lardo non è riuscita a replicare l’impresa di tredici mesi fa contro la Fortitudo Bologna. Complici le assenze di Rain Veideman (in primis) e di Mauro Pinton, ai quali si sono aggiunte le precarie condizioni di Andrea Benevelli (alle prese in settimana con la labirintite) e Michele Ferrari. Un vantaggio che la Consultinvest ha saputo sfruttare al meglio, colpendo l’avversario proprio nel finale della gara, quando le energie erano quasi esaurite e Kyndall Dykes, tra i migliori fino a quel momento, è stato costretto ad abbandonare il campo per cinque falli. Applausi, dunque, per il team dell’ex Matteo Boniciolli, che bissa il successo dell’andata e consolida così il secondo posto nel girone Est di Serie A2, ma applausi anche – e soprattutto – per Vittorio Nobile, Mvp dell’incontro con 22 punti (4/6 da tre, 3/4 da due, valutazione 28) che ha saputo con coraggio e personalità ereditare la pesante casacchina di Veideman, senza farlo rimpiangere. Con un roster completo, l’esito dell’incontro, terminato 76-67 a favore degli emiliani, potrebbe essere andato diversamente, come dimostra quel +11 toccato nel terzo periodo. Recuperare alcuni uomini-chiave sarà la mission di Lardo e del suo staff in vista del prossimo impegno casalingo contro la Dinamica Generale Mantova. Dopo due ko di fila, è ora di rialzare la testa.

CRONACA. Senza Veideman e con diversi elementi non al top della condizione, coach Lardo schiera dal prio minuto: Nobile, Dykes, Raspino, Ferrari e Pellegrino. Coach Boniciolli, invece, manda in campo il quintetto formato da: McCamey, Legion, Italiano, Chillo, Gandini. Il primo canestro della gara porta la firma di Legion, a segno dopo un minuto e 49 secondi di gioco (2-0). Immediata la replica di Dykes (2-2). Dopo 4 minuti e 31 secondi di gioco, i bianconeri passano per la prima volta in vantaggio con Dykes (5-6). Le due squadre danno vita a un bel duello: da sottolineare la schiacciata a due mani di Pellegrino dopo 6 minuti e 7 secondi di gioco per il 10-10. Nel giro di poco più di 20 secondi, poi, Benevelli firma il +5 grazie a una tripla e a un canestro da 2 (10-15). A un minuto e 12 secondi dal termine Rosselli firma il 17-17, mentre i due liberi messi a segno da La Torre (fallo di Amici) a 42 secondi dalla prima sirena fissano il primo parziale sul 18-19. Nel secondo quarto Fultz riporta subito avanti i padroni di casa dopo un minuto e 25 secondi (21-19). Le squadre continuano a viaggiare a braccetto: a metà periodo gli ospiti sono in vantaggio grazie a un canestro di Dykes su assist di Raspino (23-25). A poco meno di due minuti dalla seconda sirena, poi, la situazione è nuovamente in parità (28-28, tripla di Raspino). Rispetto alla prima frazione sono molti gli errori da una parte e dall’altra e il risultato rimane bloccato. Nell’ultimo minuto di gioco Pellegrino commette fallo su Gandini che trasforma solo uno dei due liberi a disposizione (29-28) e a pochi secondi dall’intervallo Dykes si incarica di battere una rimessa (fallo di Rosselli) e sugli sviluppi realizza la tripla che riporta avanti i friulani (29-31). Il terzo periodo si apre con il canestro di Legion che pareggia i conti dopo un minuto e 31 secondi di gioco (31-31). A questo punto Nobile sale in cabina di regia con personalità e mette a segno quattro punti in sequenza, il secondo canestro è da manuale: palla recuperata in area bianconera, contropiede e penetrazione centrale vincente (31-35). Tra il minuto 3 e 39 e 4 e 44 i bianconeri toccano il +11 grazie alle triple di Benevelli (2) e Nobile e al canestro di Dykes (35-46). Nella seconda parte del periodo la Fortitudo rialza la testa e torna in partita con Rosselli, Legion e McCamey che praticamente annullano il vantaggio friulano chiudendo la penultima frazione sul 52-53. E gli emiliani aprono l’ultimo periodo sulla stessa lunghezza d’onda: tripla facile facile in avvio per Legion (55-53), seguita da un’altra tripla di Italiano (58-53). E al minuto 1 e 45 McCamey firma il +8 per gli uomini di Boniciolli (61-53). La Consultinvest è scatenata ma Udine non molla: Nobile tiene a galla i suoi: a metà periodo sono solo 4 i punti che separano l’Apu dalla Fortitudo (64-60). Ma nel terzultimo minuto di gioco Dykes commette un fallo (piuttosto dubbio) in attacco ed è costretto ad abbandonare il campo. Sempre e solo Nobile spaventa Legion & co. ma non basta: la Fortitudo vince per 76-67.

(foto: pagina Facebook ufficiale Apu Gsa Udine)

IL TABELLINO

CONSULTINVEST BOLOGNA – GSA UDINE 76-67

(18-19, 29-31, 52-53)

CONSULTINVEST BOLOGNA: Boniciolli ne, Mancinelli 1 punto, Legion 19 punti, Fultz 11, Montanari ne, Chillo 7, Gandini 3, Amici, Rosselli 8, Pini 4, Italiano 10, McCamey 13. All. Matteo Boniciolli.

GSA UDINE: Dykes 17, Mortellaro, La Torre 2, Raspino 5, Nobile 22, Pinton ne, Ferrari, Chiti ne, Pellegrino 5, Benevelli 16, Diop. All. Lino Lardo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy