Gsa Udine, Truccolo: “Che spettacolo questa A2”

Gsa Udine, Truccolo: “Che spettacolo questa A2”

La guardia friulana è stata tra i protagonisti della vittoria contro Chieti: “Stiamo lavorando bene, ma non possiamo concederci distrazioni. E’ un campionato apertissimo e sorprendente”. Domenica a Cividale arriverà la Virtus Bologna: “Ci faremo trovare pronti, senza pressioni e con il piacere di affrontare un grande club”

Ha atteso qualche giornata per mettere in campo il miglior repertorio, ma domenica contro Chieti ha confermato tutte le sue indiscutibili qualità. Riccardo Truccolo c’è ed è senza dubbio una delle pedine più preziose del roster bianconero. Autore di una gara perfetta dal punto di vista difensivo, la guardia friulana classe ’89 è stata decisiva anche sotto canestro con 1o punti all’attivo. E domenica a Cividale (palla a due alle 19.30, diretta su Sky Sport) vuole ripetersi, al cospetto di una Segafredo Bologna, leggermente in ritardo rispetto le aspettative di inizio stagione, ma sicuramente tra le formazioni più temibili del girone Est di serie A2. D’altronde questo è un campionato da vivere senza pause, come lo stesso Truccolo ha raccontato a MondoUdinese.it.

Truccolo, è corretto dire che domenica abbiamo assistito alla sua miglior prestazione di questa stagione?

Sì, ho giocato una bella partita, soprattutto in difesa. Anche in attacco non ho forzato niente, cercando di trasformare in punti i palloni che mi arrivavano.

Dopo sei giornate di campionato, domenica al palazzetto di Cividale arriverà la prima “big”, la Virtus Bologna. Cominciate ad avvertire una certa pressione?

Intanto di settimana in settimana stiamo migliorando, anche dal punto di vista fisico. Lo stesso Allan Ray, che è arrivato a campionato iniziato, sta ritrovando la condizione migliore, come si è visto in campo. La squadra sta girando meglio, non siamo ancora al top, ci vorrà ancora un po’ di tempo, ma stiamo andando nella giusta direzione. E se queste sono le premesse, possiamo solo aspettarci dei miglioramenti. Per domenica non sentiamo pressioni particolari. Siamo consapevoli che è importante vincere, ma allo stesso tempo abbiamo la certezza che, se continuiamo a lavorare come stiamo facendo, il risultato arriva. Siamo fiduciosi, non viviamo questo big-match con ansia, anzi con il piacere che arrivi domenica per giocare.

Nella Gsa Udine, figurano due ex virtussini: Gino Cuccarolo e Allan Ray. Chiederete loro qualche suggerimento su come affrontare la Segafredo Bologna?

Non serva chiederlo, saranno loro a darci qualche indicazione e sono certo che saranno i primi a dare quel qualcosa in più, come capita ogni volta che scendi in campo da ex. Sarà sicuramente una bella partita, per la quale avremo il vantaggio di giocare in casa. Ci stiamo allenando per fermare gli emiliani e portare a casa la vittoria.

Finora avete sempre potuto contare su un seguito importante. Anche domenica contro Chieti si sono registrate

FOTO ZAMOLO
FOTO ZAMOLO

quasi 2.500 presenze e per domenica è atteso il sold-out. Quanto contano realmente i tifosi?

Molto. Ci auguriamo di vederli numerosi come nell’ultima gara contro Chieti, durante la quale li abbiamo sentiti più “rumorosi” del solito. E non mi riferisco solo agli ultras, ma a tutti i tifosi presenti al palazzetto. Ci serve questo calore.

Dal punto di vista tecnico, qual è il divario che ha notato tra la serie B e l’A2?

La serie A2 è decisamente più livellata. In serie B ci sono tre, quattro squadre di punta che si giocano i primi posti. Le altre rimangono distaccate, come accaduto lo scorso anno nel nostro girone, dove noi, Orzinuovi e Bergamo abbiamo dominato e quest’anno sta succedendo la stessa cosa. In A2 la classifica è molto corta, ogni partita la puoi vincere o perdere, devi sempre stare sul pezzo. Adesso affrontiamo la Virtus, poi andremo a far visita a Verona… insomma, non puoi abbassare la guardia. Abbiamo già affrontato Roseto, Forlì che hanno dimostrato che tutte le gare sono difficili. Non puoi mollare un secondo, devi sempre rimanere concentrato, dimenticando subito il risultato acquisito e pensando immediatamente al prossimo impegno.

A proposito di Roseto, vederla in testa, da sola, con 10 punti sorprende un po’…

Sì, la sorpresa è soprattutto l’americano che hanno ingaggiato, Adam Smith, un giocatore in grado di fare la differenza come ha dimostrato contro di noi (segnò 37 punti, ndr) e anche domenica scorsa a Forlì ha realizzato 29 punti. E’ veramente forte, diciamo che stanno vivendo un po’ sulle sue spalle. Se riescono a mantenere questi ritmi, potrebbero diventare un problema per chi ambisce al vertice. Secondo le previsioni di inizio campionato, non erano loro che dovevano essere in testa, ma sono comunque una bella squadra.

FOTO ZAMOLO
FOTO ZAMOLO

E gli Usa dell’Apu, Allan Ray e Stan Okoye, come si stanno inserendo?

Direi bene. Siamo un gruppo tranquillo, formato da bravi ragazzi. Lo scorso anno abbiamo creato un bel gruppo, inserirsi non è stato difficile per i nuovi. Allan e Stan sono arrivati qui con tanta voglia di fare bene, sono ragazzi seri. Stanno giocando bene e danno sempre il meglio in campo, supportati dalla squadra. Stan, in particolare, mi ha sorpreso per le doti fisiche, è un gran giocatore. Allan è un vero talento, può inventare tiri da posizioni impossibili, è un giocatore di un’altra categoria.

Il fatto che a loro venga chiesto di tirare di più, togliendo di fatto un po’ di spazio a lei e a Pinton, crea qualche “problema”?

No, ognuno ha il suo ruolo. Se Allan giocava in Nba ci sarà un motivo, se Stan ha fatto le Olimpiadi c’è un motivo… Con umiltà, molta più di Mauro, visto che arrivo da anni di campionati inferiori, mi metto completamente al servizio della squadra e questo è un piacere. Punteggio? Non è fare punti la mia prima preoccupazione. Ovvio che spero di farne più possibile per aiutare la squadra, però non è il mio ruolo fare 15 punti a partita. Ci sono Mauro, Allan, Stan. Io devo difendere prima di tutto e poi sfruttare le mie doti da attaccante.

Infine una curiosità. Lunedì notte in Nba Stephen Curry dei Golden State Warriors ha stabilito un nuovo record: 13 triple in una partita. Qual è il suo in gare ufficiali?

Il mio record è di 7, qualche anno fa in C2. Quindi sono un po’ lontano da Curry (ride, ndr).

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy