Il PalaCarnera (finalmente) riapre: sabato l’inaugurazione

Il PalaCarnera (finalmente) riapre: sabato l’inaugurazione

Il sopralluogo di questa mattina ha avuto esito positivo: l’impianto dei Rizzi ospiterà le Finali nazionali U18 maschili e i Mondiali U19 femminili prima della Gsa Udine

Questa volta ci siamo per davvero. Stamattina la Commissione Pubblico Spettacolo, presieduta dall’assessore alle Attività produttive del Comune di Udine Alessandro Venanzi, ha dato parere favorevole per l’apertura del PalaCarnera, al termine di un sopralluogo durato due ore abbondanti. A distanza di sei anni, dunque, l’impianto dei Rizzi rivedrà la luce e a partire dalla prossima stagione agonistica potrà ospitare le gare interne della Gsa Udine, che disputerà il suo secondo campionato in serie A2. Ma prima ci saranno altri due importanti eventi che catalizzeranno l’attenzione degli appassionati di pallacanestro: da sabato, infatti, prenderanno il via le Finali nazionali Under 18 maschili e dal 22 al 30 luglio Udine (e Cividale) ospiteranno i Mondiali U19 femminili. Non c’è tempo da perdere, dunque, e già sabato all 17 è in programma la cerimonia di inaugurazione del palazzetto.

La Commissione ha dato il via libera all’agibilità, quindi all’apertura del Carnera – l’annuncio al termine del sopralluogo da parte dell’assessore Pala Carnera vuotoaiaLavori pubblici del Comune di Udine Pierenrico Scalettaris -, che verrà inaugurato sabato con le Finali nazionali U18. Alle 17 si terrà la sfilata delle sedici squadre che prenderanno parte alla manifestazione. Le finali si terranno il sabato seguente”. Il banco di prova più importante però sarà la serie A2 che scatterà in autunno. “Mancano ancora alcuni dettagli – sottolinea l’assessore -, come la videosorveglianza interna, non necessaria per questo evento, ma che la Questura ci ha chiesto per il campionato che sarà completata. E poi sarà tutto pronto per la Gsa che finalmente tornerà a casa“. La ristrutturazione del Carnera, infatti, è stata particolarmente difficoltosa ed è andata ben oltre i tempi previsti inizialmente. Sono state tante, troppe le interruzioni, che hanno minato il buon esito dell’intervento, come rivela Scalettaris: “In primis c’è stato un intoppo giudiziario con la prima ditta che ha vinto l’appalto, che ha contestato il progetto da subito e quindi è stato risolto il contratto e questo ha fatto perdere moltissimo tempo e c’è una pendenza giudiziaria ancora in corso in tribunale. Il secondo grosso imprevisto è stata la presenza significativa di amianto nelle tubazioni, che ha portato via molto tempo e un aumento abbastanza rilevante dei costi”.

E adesso finalmente il Carnera rivedrà la luce. Soddisfazione è stata espressa anche da Venanzi: “Oggi è un momento importante. La Commissione Pubblico Spettacolo che presiedo ha dato l’ok agli eventi sportivi, che prenderanno il via già questo sabato. Abbiamo trovato una situazione difficile, però siamo riusciti a sanare. Oggi la città, anzi mi permetto di dire tutto il territorio regionale, si riappropria di un luogo simbolo della pallacanestro, ma anche adatto agli eventi musicali che da alcuni anni mancano“.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy