La Gsa Udine piazza il colpaccio: ecco Acker

La Gsa Udine piazza il colpaccio: ecco Acker

Dopo l’ala Okoye e il play Traini, arriva la guardia Usa (con passaporto italiano), reduce da un’esperienza ad Avellino. Nel suo curriculum da giramondo spiccano trascorsi in Nba, una stagione a Barcellona e uno scudetto conquistato in Francia

Make up completato per la Gsa Udine. Dopo l’allarme scattato nel corso del pre-campionato (che ha regalato ben poche gioie ai colori bianconeri), la società friulana è corsa – letteralmente – ai ripari piazzando tre colpi, in sostituzione di precedenti scelte di mercato rivelatesi meno efficaci di quanto previsto. E così, dopo aver ufficializzato l’ingaggio dello statunitense (naturalizzato nigeriano) Stan Okoye – in arrivo questa mattina – e del play ex Recanati Andrea Traini, poche ore fa è arrivata la vera “bomba”: è stato trovato l’accordo, infatti, con la guardia Usa (ma dotato di passaporto italiano da fine agosto) Alex Acker.

Nato a Compton (Los Angeles) il 21 gennaio 1983, Acker è cresciuto nell’Eisenhower High School e ha debuttato in Nba nel 2005 nelle file dei Detroit Pistons, dove è tornato nel 2008. In mezzo le esperienze nei Fayetteville Patriots, in Grecia nell’Olympiacos e in Spagna nel Barcellona. Dal 2009 la guardia californiana ha vestito anche le casacce di Fort Wayne Mad Ants, Los Angeles Clippers prima di approdare in Italia, all’Olimpia Milano. Da segnalare anche due passaggi in Francia, a Le Mans nel 2010 e a Limoges nel 2013, quest’ultimo terminato con la conquista dello scudetto. Nel 2015, poi, il ritorno in Italia, ad Avellino dove ha collezionato 29 presenze e messo a segno 272 punti. E proprio dall’Italia riparte l’avventura di Acker che nelle prossime ore diventerà un giocatore dell’Apu. L’importante è trovare un volo in tempo utile per riuscire a portare Alex a Udine in tempi rapidissimi e completare l’iter burocratico, così da far sì che il giocatore sia subito disponibile.

Roster completamente rinnovato, quindi, per la Gsa Udine che domenica affronterà Ravenna a Cividale. L’inizio si prospetta comunque in salita visto che gli ultimi acquisti avranno poco tempo per lavorare assieme ai nuovi compagni, ma l’arrivo di elementi esperti come Okoye, Traini e Acker dovrebbe far ben sperare società e staff tecnico per il futuro. L’attesa è quasi terminata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy