La Gsa Udine si scopre “big”: espugnato il PalaDozza

La Gsa Udine si scopre “big”: espugnato il PalaDozza

Un’altra prestazione eccezionale da parte della formazione di Lardo che bissa il successo di lunedì contro Treviso e batte anche la Fortitudo per 66-72. Mvp dell’incontro Okoye con 28 punti

Superlativi, eccezionali, commoventi. Non ci sono aggettivi per descrivere l’impresa compiuta questa sera dagli uomini di Lino Lardo. Dopo il successo di lunedì a Cividale contro Treviso, la Gsa Udine si è ripetuta questa sera nell’ultimo turno del girone di andata del girone Est di serie A2,  contro la Fortitudo Bologna. In un PalaDozza caldissimo, Stan Okoye & compagni hanno dettato legge dal primo all’ultimo minuto, fornendo sprazzi di bel gioco, mescolati ad azioni individuali di gran pregio e, soprattutto, a una tenuta difensiva sempre efficace. La Kontatto è sempre stato costretta a rincorrere, dimostrando carattere e forza (vedi la prestazione importante di Matteo Montano), soprattutto nel finale quando ha tolto ossigeno ai friulani portandosi a meno 3 dopo essere stata sotto di 14 punti. Ma questa volta l’Apu ha dimostrato una maturità da vera “big”, ferendo gli avversari nei momenti topici, nonostante la serata non particolarmente brillante di alcuni elementi (vedi Traini e l’ex virtussino Ray). A fare la differenza è stato soprattutto Stan Okoye, Mvp dell’incontro con 28 punti, che si conferma un vero trascinatore in campo, al pari di Michele Ferrari, uomo-tuttocampo bianconero. Così come un plauso è giusto rivolgerlo ai giovani Ousmane Diop e Tommaso Gatto, preziosi in alcuni momenti delicati del match.

Ancora senza gli infortunati Manuel Vanuzzo – la cui fascia viene ereditata da Mauro Pinton – e Riccardo Castelli, coach Lardo Fortitudo Bologna Gsa Udine tifosi casamanda in campo: Traini, Ray, Ferrari, Okoye e Zacchetti. Mentre il collega Boniciollli opta per: Nikolic, Knox, Mancinelli, Ruzzier e Campogrande. Il primo canestro porta la firma di Okoye (0-2) dopo 59 secondi di gioco, mentre la Fortitudo è Knox a rompere il ghiaccio tredici secondi più tardi (2-2). Okoye allunga nuovamente e aumenta il vantaggio friulano con due canestri da due punti e un libero aggiuntivo per fallo di Campogrande (2-7). Non si attendere la risposta degli emiliani ancora con Knox (4-7). Ma Udine continua a spingere con Okoye che trasforma i due liberi per fallo di Italiano (4-9). La prima tripla dell’incontro porta la firma di Zacchetti a 3 minuti e 56 dalla fine del periodo (7-12). Okoye firma il massimo vantaggio (+7) sedici secondi dopo (7-14). La tripla di Montano rimette in corsa la Fortitudo, che però proprio a fine periodo subisce un Ray finalmente lucido dopo tanti tentativi a vuoto (12-19). Nel finale Candi fa 2 su 2 ai liberi (fallo di Cuccarolo) e sulla sirena il direttore di gara fischia un fallo a favore di Nobile (fallo di Italiano) che fissa il primo parziale sul 14-21. Il secondo periodo si apre con diversi errori in attacco da parte di entrambe le formazioni. A sbloccare il punteggio è la tripla da urlo di Truccolo (14-24) che porta il vantaggio friulano a +10. La fase più divertente dell’incontro si registra a metà quarto quando Lardo manda in campo contemporaneamente Gatto e Diop, che dimostrano tenacia in difesa e freddezza sotto canestro. Intanto la Fortitudo si avvicina con Knox a 3 minuti e 41 secondi dall’intervallo lungo, ma Okoye piazza la tripla che segna il +11 (18-29). Risponde Italiano un minuto dopo (21-29), ma la Gsa non perde fiducia e, nonostante qualche errore di troppo di Traini sotto canestro che “inchioda” i friulani, il vantaggio della prima frazione di gara si registra anche dopo la seconda (27-34), con Ray autore di due liberi nel finale. Il terzo periodo si apre con una giocata di gran classe di Zacchetti dopo 25 secondi secondi (27-36). Trenta secondi dopo la Fortitudo pesca il jolly con Montano (30-36), am Okoye pareggia immediatamente i conti (30-39). Si continua a lottare su ogni pallone, con due squadre sempre molto aggressive in fase difensiva. Dopo tre minuti di gioco Udine ritorna prima sul +11 grazie a Ray (32-43) e raggiunge pochi istanti dopo il massimo vantaggio (+12) grazie a una tripla della guardia Usa (34-46), ribadito pochi istanti dopo con Okoye (36-48). Ma nel momento in cui gli ospiti avrebbero la possibilità di chiudere virtualmente la gara, si rifà sotto la Kontatto brava a capitalizzare al meglio le conclusioni di Mancinelli e Montano (46-50) a due minuti dal termine del periodo. La tripla di Pinton – primi punti personali – a un minuto e 35 secondi dalla fine fissa il punteggio sul 46-35. L’ultimo quarto si apre con la tripla di Pinton (46-56). Si continua a lottare ma non manca lo spettacolo con triple di Okoye e Montano (51-59), in assoluto i migliori in campo dei rispettivi team. L’Apu comincia ad accusare un po’ di stanchezza, ma Pinton e Okoye riportano il risultato sul +12 (51-63) a 6 minuti e 13 secondi di gioco. Vantaggio che aumenta ulteriormente con la tripla di Okoye a metà periodo (53-66). Mancinelli accorcia in tempo reale (55-66), ma a 3 minuti e 42 secondi dal termine della gara Nobile piazza una tripla che ammutolisce il PalaDozza (55-69) e porta i friulani a +14. Ma la partita non è finita. Campogrande riavvicina i padroni di casa con un canestro da due e una tripla (60-69) e Montano dimezza lo svantaggio iniziale (62-69). A un minuto e 20 dalla fine Cuccarolo commette fallo su Montano che dalla lunetta che non sbaglia e rimette in corsa gli emiliani (64-69). A un minuto e 11 secondi dalla fine Udine perde palla da una rimessa laterale con Pinton che finisce a terra e Campogrande porta la Fortitudo pericolosamente a meno tre (66-69). Ma anche la Kontatto sbaglia un passaggio a 30 secondi dalla fine e sull’azione seguente Knox commette fallo su Ray, che realizza entrambi i liberi e riporta la Gsa a +5 a 27 secondi dalla fine (66-71). A 16 secondi dalla sirena, Knox commette fallo su Okoye che realizza un libero su due (66-72) e chiude una gara che, come quella di Treviso, resterà nella storia del club bianconero.

IL TABELLINO

FORTITUDO BOLOGNA 103 – GSA UDINE 66-72

(14-21, 27-34, 46-53)

FORTITUDO BOLOGNA 103: Nikolic 5 punti, Mancinelli 9, Candi 10, Costanzelli ne, Ruzzier, Montanari ne, Campogrande 7, Montano 21, Gandini, Raucci, Knox 9, Italiano 5. All. Boniciolli.

GSA UDINE: Diop 2 punti, Gatto 2, Okoye 28, Zacchetti 6, Truccolo 3, Nobile 5, Cuccarolo, Traini, Pinton 8, Ferrari 2, Chiti ne, Ray 16. All. Lardo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy