La Gsa Udine sostiene Dario Tomasini

La Gsa Udine sostiene Dario Tomasini

Domenica, durante l’intervallo con Bergamo, la società donerà i fondi raccolti nel corso nell’asta delle maglie natalizia alla onlus “Un canestro per te”, che si sta adoperando per aiutare il cestista triestino, vittima di un incidente stradale. Sarà presente Michele Mian

Una donazione dal basket al basket. Domenica al palaBenedetti, durante l’intervallo di Gsa Udine-Bergamo (palla a due alle 18), il presidente Alessandro Pedone consegnerà all’associazione “Un canestro per te” i 600 euro raccolti prima di Natale in occasione dell’asta delle maglie dei bianconeri. Un momento di solidarietà e vicinanza da parte del club friulano a favore di un cestista, il 44enne triestino Dario Tomasini (ex Ardita Gorizia), rimasto vittima di un incidente stradale lo scorso anno che gli ha provocato la paralisi degli arti inferiori.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina al palaBenedetti dal general manager dell’Apu Davide Micalich, dal vice-presidente della onlus Riccardo Bassi, alla presenza del coach Lino Lardo e del capitano Manuel Vanuzzo. “Il nostro obiettivo fin dall’inizio – ha spiegato Micalich – è diffondere un messaggio di positività. Siamo venuti a conoscenza del caso di Dario e abbiamo ritenuto che questa sia l’occasione giusta per dare una mano, un punto di partenza per fare qualcosa di concreto”.

“Siamo un gruppo di dieci amici – ha spiegato Bassi – che si trova a fronteggiare la disgrazia di un ex compagno di squadra, il quale lo scorso anno ha subito un grave incidente in moto, mentre stava andando a Trieste a vedere la Nazionale italiana. La sua vita era appesa a un filo, ha vinto la prima battaglia, ma l’esito finale è che resterà paralizzato dalla vita in giù. Appresa la notizia amici, compagni di squadra e avversari si sono interrogati su cosa fare per aiutarlo. Dopo lo choc iniziale, ci siamo detti che la disgrazia di Dario sarebbe diventata il punto di partenza per costruire qualcosa che oggi darà una mano a lui, in futuro ad altri”.

E’ con questo scopo, dunque, che è nata la onlus “Un canestro per te”, che vanta come testimoni Gianmarco Pozzecco (allenatore e argento alle Olimpiadi di Athene 2004), Alessandro De Pol (ex Pallacanestro Varese e oro agli Europei del 1999), Michele Mian (ex capitano della Snaidero Udine e argento alle Olimpiadi di Athene 2004), Andrea Pecile (Pallacanestro Trieste 2004) e Daniele Cavaliero (Pallacanestro Varese). Proprio Mian sarà presente domenica al Benedetti per sensibilizzare il pubblico friulano sulle iniziative dell’associazione.

Nel corso della conferenza coach Lardo si è rivolto ai 21 ragazzi della scuola media Manzoni, presenti al Benedetti: “Ci sono momenti della vita in cui le cose non vanno bene ed è proprio in questi momenti che è ancora più importante sentire la vicinanza, l’affetto e il sostegno di chi ci sta vicino. Questo ragazzo, che è stato particolarmente sfortunato, necessita di cure, di apparecchiature mediche importanti ed è per questo che noi tutti ci stiamo mobilitando. Sensibilizzerò anche la squadra a riguardo. Tra l’altro a inizio carriera ho allenato il fratello Lucio a Bergamo, con il quale abbiamo vinto il campionato per andare in serie A…”

Dello stesso avviso Vanuzzo: “Parlerò anch’io con la squadra, si potrebbero realizzare delle iniziative benefiche coinvolgendo giocatori, pubblico… A Sassari alcuni anni fa è nata la Fondazione Dinamo che, tramite l’asta dei completini di gioco e altri eventi, è riuscita a dare un contributo importante”.

A tal proposito Micalich ha già assicurato piena collaborazione in occasione dei Campionati Europei Under 16 femminili che si terranno a Udine ad agosto.

Infine, Bassi ha spiegato come verranni destinati i 600 euro raccolti dalla Gsa: “Dario dovrà completare il ciclo di riabilitazione fino a settembre sarà al Gervasutta. Attualmente, quindi, stiamo effettuando una grande raccolta, principalmente nelle palestre con l’idea di essere presenti prossimamente anche a eventi, tornei… Il nostro obiettivo è quello di poter acquistare una casa per Dario, costruita ad hoc per le esigenze”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy