Melilla non ce l’ha fatta. Il cordoglio dell’Apu Udine

Melilla non ce l’ha fatta. Il cordoglio dell’Apu Udine

Giulio Melilla non ce l’ha fatta: è morto all’Ospedale di Udine dive era ricoverato da giorni. Lascia due figlie, gl organi verranno donati. Il cordoglio dell’Apu

Commenta per primo!

Ieri pomeriggio è morto all’ospedale di Udine, dove era ricoverato da una settimana, Giulio Melilla ex giocatore e allenatore, gloria del basket italiano e protagonista con la Snaidero e a Pordenone. Aveva 71 anni e lascia due figlie. I familiari hanno deciso di donare gli organi.

Intanto il presidente Alessandro Pedone, l’head coach Lino Lardo, lo staff e la squadra dell’APU GSA esprimono il proprio cordoglio per la scomparsa di Giulio Melilla, gloria del basket italiano degli anni 70, bandiera del movimento cestistico friulano e simbolo di una pallacanestro autentica e verace.

Le condoglianze del numero uno, Alessandro Pedone: “Sono profondamente addolorato per la notizia della scomparsa di Giulio Melilla. Sapevo che le sue condizioni erano molto gravi, ma la speranza di un recupero non si spegne mai. Ieri gli abbiamo dedicato la nostra vittoria in campionato contro la Fiorentina Basket e da ora in poi cercheremo di ricordarlo conquistando un successo ancor più grande al termine della stagione. Giulio ci guarderà dall’alto tifando per noi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy