Partita infinita a Bergamo, la Gsa Udine crolla all’overtime

Partita infinita a Bergamo, la Gsa Udine crolla all’overtime

Dopo tre supplementari i bianconeri si arrendono: finisce 98-93. Mvp dell’incontro Veideman con 25 punti. Sul risultato incidono errori evitabili in fase di possesso e una direzione di gara non impeccabile

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

La serata più lunga della stagione. Ci sono voluti tre tempi supplementari per decretare il vincitore della sfida tra Bergamo Basket 2014 e la Gsa Udine al PalaNorda. Doopo il 68-68 nei tempi regolamentari, il 75-75 nel primo tempo supplementare, l’86-86 dopo il secondo, nel terzo si sono imposti i padroni di casa per 98-93. A pesare sull’esito finale del match alcuni errori in fase di possesso palla commessi dal team di coach Lino Lardo e una direzione di gara che ha sollevato più di qualche perplessità. Purtroppo i 25 punti di Rain Veideman (Mvp dell’incontro) non sono serviti per strappare il successo. Mentre determinanti sono state le 21 realizzazioni del giovane Giulio Mascherpa, in gran serata. In attesa dei risultati del weekend, la Gsa Udine dovrà recuperare un p0′ di energie e di lucidità in vista dello scontro al vertice di sabato prossimo con Montegranaro.

CRONACA. Ancora privo di Mauro Pinton (operatosi alla mano sinistra la scorsa settimana) e con Andrea La Torre giunto in prestito a inizio settimana dall’Olimpia Milano, coach Lardo schiera dall’inizio: Veideman, Dykes, Raspino, Benevelli, Pellegrino. Questo, invece, il quintetto di partenza scelto da Cesare Ciocca: Solano, Cazzolato, Fattori, Ferri e Bozzetto. La Gsa Udine parte subito nel migliore dei modi: dopo un minuto di gioco, infatti, conduce per 0-4 grazie ai canestri di Veideman e Pellegrino. Bergamo si sblocca dopo due minuti e mezzo con Fattori, autore della prima tripla dell’incontro (3-4). I padroni di casa prendono coraggio e a metà periodo passano per  la prima volta in vantaggio (8-7). I padroni di casa mantengono il vantaggio e, con i due liberi trasformati da Solano (fallo di Diop), chiudono la prima frazione sul 19-13. Nel secondo periodo, la forbice si allarga ulteriormente: dopo due minuti di gioco, i bermagaschi volano a +10. La difesa della Gsa Udine non risulta efficace, ma con il passare dei minuti gli ospiti riducono lo svantaggio: a metà periodo, infatti, sono solo cinque le lunghezze di distacco (26-21) grazie ai canestri in serie di Nobile, Dykes, Raspino e Diop. Eppure la formazione di Lardo non sembra proprio in serata: a due minuti e 29 secondi dalla seconda sirena i lombardi conducono per 37-23. Ci pensa dieci secondi dopo Raspino a rimettere i bianconeri in partita (37-25). Il fallo antisportivo di Solano su Veideman, poi, consente all’estone di andare in lunetta per due liberi (37-27) e a 44 secondi dall’intervallo lungo arriva il primo canestro in bianconero di La Torre (37-29). Raspino fissa il secondo parziale (37-31). Nel terzo periodo la Gsa Udine riparte sulla falsariga del finale del precedente: Ferrari in meno di un minuto porta i bianconeri a meno 2 (37-35) e subito dopo Veideman firma il +1 con una tripla (37-38). A due minuti e 41 secondi dalla terza il sirena la situazione torna in parità (40-40). Da questo momento, però, i friulani spingono sull’acceleratore: a tre minuti dalla fine del periodo sono avanti di 5 punti (40-45). Sessanta secondi dopo si registra il massimo vantaggio bianconero: +8, grazie alla tripla di Veideman (42-50). Nel finale il team di Lardo gestisce con intelligenza e arriva alla terza sirena sul 46-56. L’ultima frazione si apre con la tripla di Serbio (49-56) dopon 54 secondi di gioco. Replicherà un minuto dopo La Torre (49-59). Mentre la Gsa Udine comincia ad accusare un po’ di stanchezza, coach Ciocca manda in campo Mascherpa che a metà periodo piazza due triple in sessanta secondi (55-61). La Gsa Udine si inceppa, Bergamo trova in Mascherpa un finalizzatore eccezionale. A un minuto dalla fine Diop mette a segno la 66-64 e a 2 secondi dalla fine Dykes firma il 68-68 finale. Si va quindi all’overtime. Continua la lotta punto a punto tra le due formazioni, con Udine che spreca qualche pallone di troppo, ma riesce a chiudere il primo tempo supplementare sul 75-75. Anche nel secondo tempo supplumentare, nessuna delle squadre riesce a emergere e le energie calano vistosamente. A 21 secondi dal termine Ferri commette il quinto fallo ed è costretto ad abbandonare il campo, mentre Dykes firma il 86-84 e proprio allo scadere Diop acciuffa l’86-86. Si procede con il terzo tempo supplementare. A un minuto dalla fine il risultato è di assoluta parità 91-91. Ma proprio sul finale Veideman commette fallo e Mascherpa firma il sorpasso definitivo. Finisce 98-93.

IL TABELLINO

BERGAMO BASKET 2014 – GSA UDINE 98-93 (68-68 d.t.r., 75-75 d.1t.s., 86-86 d.2t.s.)

(19-13, 37-31, 46-56)

BERGAMO BASKET 2014: Solano 15 punti, Piccoli ne, Cazzolato 3, Sanna 10, Mascherpa 21, Ricci ne, Ferri 6, Bedini ne, Fattori 14, Bozzetto 6, Sergio 10, Zohore 13. All. Cesare Ciocca.

GSA UDINE: Dykes 14 punti, Mortellaro 8, La Torre 7, Veideman 25, Raspino 19, Nobile 2, Ferrari 4, Chiti ne, Pellegrino 3, Benevelli, Diop 11. All. Lino Lardo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy