Serie A2 donne, secondo stop di fila per la Delser Udine

Serie A2 donne, secondo stop di fila per la Delser Udine

Le ragazze di Pomilio vengono superate in casa per 57-66 dalla Geas Sesto San Giovanni, una delle formazioni più attrezzate del girone. Tra le note positive il rientro di Ivana Blazevic

di Redazione

Nella diciassettesima giornata di ritorno la Delser è incappata nel secondo stop di fila. Ma prima di cedere il passo alla capolista Geas per 57-66, le ragazze della Libertas Basket School hanno difeso la propria casa fino alla fine, regalando spettacolo a tutti i tifosi presenti. Scivolate fino al -15 (29-44) di metà terzo quarto, le udinesi hanno avuto la capacità di rialzarsi e riaprire il match. Il canestro di una ritrovata Ivana Blažević – in campo dopo più di venti giorni di stop causa infortunio e a segno con 11 punti – che ha portato la Delser al -2 (49-51), ha fatto sperare fino all’ultimo il pubblico del Carnera. Poi, però, il talento di Virginia Galbiati (25 punti con 26 di valutazione) e la solidità del Geas hanno fatto la differenza nel finale. Al di là del risultato, però, tanti sono gli aspetti positivi che emergono da questa partita e che fanno ben sperare per i prossimi impegni delle ragazze di coach Pomilio.

CRONACA. Match molto vivo fin dalla palla a due. Le formazioni in campo si danno battaglia, rispondendosi colpo su colpo. Tra le file del Geas è soprattutto Delser Udine Geas Adami 2Barberis ad insinuarsi nel pitturato e a riuscire a depositare più volte il pallone nel canestro: sono suoi i due punti del primo tentativo di fuga della squadra ospite (7-13). Ma Vicenzotti, dopo alcuni errori iniziali, suona la carica e segna la tripla del nuovo -3 (10-13). Arturi non fa attendere la risposta che, infatti, arriva puntuale l’azione dopo, sempre dai sei e settantacinque (10-16). La Delser è abile a non perdere contatto e, prima con Rainis e poi con Da Pozzo, trova il primo vantaggio della serata. La prima frazione si conclude a favore delle padrone di casa che anche nel secondo periodo, grazie a una difesa molto attenta, respingono tenacemente i tentativi di break delle avversarie. Sul nuovo vantaggio Geas (20-22) arriva la tripla di Ivana Blažević, ritornata in campo dopo un lungo periodo di stop e subito determinante in più di qualche azione. Galbiati, però, comincia a prendere ritmo e la gara ritorna in perfetta parità (25-25). Barberis segna e Bianco risponde per il 27-27. Poi black-out Udine: Geas ne approfitta e, sfruttando tutti gli errori delle friulane, riparte in velocità, imbastendo nel giro di pochi minuti un significativo vantaggio. Il parziale di 0-11 permette alla squadra di coach Zanotti di andare negli spogliatoi avanti 27-38. Il momento buio udinese continua anche sul principio di terzo quarto. Le ragazze di Sesto San Giovanni continuano il break fino a raggiungere il +15 (27-42). Ecco però che il motore della Delser riparte: Da Pozzo guida le proprie compagne insaccando 5 punti di fila, grazie ai numerosi falli subiti nel pitturato. Certo, Galbiati non smette di segnare da qualsiasi posizione, ma ora la Delser ha ritrovato fiducia. Anche la solidità difensiva torna a farsi a sentire. E con una difesa attenta e aggressiva, in attacco è tutto più semplice. Mancabelli e Vicenzotti ritrovano la via del canestro, ma in realtà è tutta la squadra che spinge verso la risalita. Arriva infatti il contro break (10-0) delle padrone di casa che riapre definitivamente i giochi. Emblematico il canestro quasi allo scadere di terzo quarto di Eva Da Pozzo che, facendo saltare Ercoli, riesce ad infilare il 45-48 del trentesimo.

Delser Udine Geas AdamiSi respira un’altra intensità in campo da parte di Udine, anche se Galbiati ad inizio frazione infila un’altra tripla (45-51). Questa volta però è immediata la risposta friulana con Vicenzotti e Blazevic che siglano il -2 (49-51). L’impresa ora sembra vicina, la vittoria sarebbe il giusto coronamento del grande lavoro fatto in campo. A metterci lo zampino, però, ci pensa la solita Virginia Galbati: due palloni recuperati e 9 punti (tra cui due triple). È il break decisivo, quello che spacca la partita. Ma Udine, pur scivolando nuovamente oltre la doppia cifra di svantaggio, ha ancora la forza di lottare. Al Carnera finisce 57-66, ma con una Delser così, per le altre squadre conquistare i due punti contro la formazione friulana sarà una vera impresa.

DELSER LBS UDINE 57 – GEAS SESTO S. GIOVANNI 66
(20-18; 27-38; 45-48)

UDINE: Bianco 2, Blazevic 11, Ciotola, Mancabelli 6, Sturma 2, Vicenzotti 14, Pontoni, Da Pozzo 14, Rainis 6, Romano 2. Non entrate: Mio e Zanelli. Coach Pomilio.
SESTO S. GIOVANNI: Schierati 8, Arturi 9, Galbiati 25, Zagni, Decortes, Gambarini, Panzera, Barberis 11, Ercoli 13. Non entrata: Pusca. Coach Zanotti.

NOTE. Prima dell’inizio del match, terminate la presentazione delle squadre, il presidente della Fip FVG Giovanni Adami ha omaggiato con un mazzo di fiori tre componenti della formazione ospite del Geas: il riconoscimento è andato a Francesca GambariniElisa Ercoli e Beatrice Barberische nel luglio del 2014, a Udine, hanno conquistato la medaglia di bronzo con la nazionale U20 all’Europeo di categoria. Un premio anche per tre giocatrici della Delser – Carlotta RainisVanessa Sturma ed Elisa Pontoni – che alla fine della scorsa stagione hanno conquistato il titolo di vicecampionesse d’Italia alle finali nazionali U20, indossando la maglia del Sistema Rosa Pordenone. E in particolare, l’omaggio ad Elisa Pontoni racchiude in sé anche l’in bocca al lupo di tutto il movimento regionale per la recente convocazione al raduno nazionale U20 che si svolgerà a Pavia dall’11 al 14 febbraio.

Non solo serie A2. Il movimento giovanile della Libertas Basket School continua a regalare grandi soddisfazioni. Si è conclusa infatti un’altra settimana molto positiva. Da sottolineare, soprattutto, la doppia vittoria della formazione U14, allenata da Andrea Gallina e Arianna Cortolezzis, nei due derby giocati contro Cussignacco. Giovedì sera la Libertas Basket School ha vinto 55-63; questa mattina, nel recupero della quarta giornata d’andata, il successo è stato bissato per 49-42. Le U14 guidano da imbattute la classifica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy