Atti vandalici in via XXV Aprile, Honsell: “E’ inaccettabile”

Atti vandalici in via XXV Aprile, Honsell: “E’ inaccettabile”

Il primo cittadino udinese condanna fermamente ciò che è avvenuto ieri nell’area sportiva, data in concessione dalla Rugby Udine Union Fvg: “Colpita una struttura destinata alla comunità locale”

Commenta per primo!

«Assistere ad atti di minaccia come questo non è accettabile per una città civile come Udine. Va sempre condannato chi si esprime con la violenza, soprattutto se ciò avviene nei confronti di qualcuno che invece cerca di costruire per promuovere il benessere e lo sport». Con queste parole il sindaco di Udine, Furio Honsell, condanna l’atto di vandalismo perpetrato la notte scorsa ai danni del campo da rugby di via Valente, nel quartiere Aurora. Danneggiamenti che hanno riguardato in particolare la recinzione dell’area di cantiere, completamente divelta, e che arrivano all’indomani delle proteste, da parte di alcuni residenti, per l’avvio di una serie di interventi migliorativi a vantaggio di tutto il quartiere. «Da tempo quest’area lamenta delle problematiche di gestione che abbiamo cercato di superare per permettere a tutto il quartiere di disporre di spazi idonei per l’attività fisica – sottolinea il primo cittadino in una nota stampa –. Proprio in quest’ottica stiamo cercando anche di acquisire nuovi spazi dall’Agenzia del Demanio per mettere a disposizione della comunità anche un terreno adiacente ai campi di sfogo. In questa direzione va anche la soluzione che abbiamo trovato facendo convivere calcio e rugby per riuscire a recuperare le strutture esistenti. Non è però accettabile assistere ad atti di violenza e di minaccia come questo».

La delimitazione del cantiere effettuata nei giorni scorsi da parte della società di rugby che gestisce l’impianto, la Rugby Udine Union Fvg, si inquadra in un più ampio Rugby Udine Union Fvg atti vandalici 3progetto di riqualificazione e ampliamento degli spazi a disposizione dello sport nel quartiere, con l’obiettivo finale di costituire un vero e proprio centro di aggregazione giovanile. Nell’ambito degli impegni assunti con l’amministrazione comunale, la Rugby Udine Union Fvg completerà infatti diverse opere che permetteranno di disporre di due nuovi campi da rugby, del campo di calcio e dei relativi campi di sfogo. A ciò si aggiungerà poi la realizzazione, da parte dell’amministrazione comunale, di un nuovo campo di calcio in terreno sintetico a libero utilizzo dei bambini del quartiere negli spazi del vecchio campo da tennis, già asfaltato e pronto ad essere completato con la posa del manto erboso. I lavori di realizzazione del campo, i cui fondi sono già a bilancio, saranno effettuati nel corso dell’estate.

Va sottolineato inoltre che, in base a un vincolo chiesto dal Comune, il gestore del complesso sportivo è tenuto a rispettare un vincolo di destinazione a vantaggio delle società calcistiche operanti nel quartiere con particolare riferimento alle fasce giovanili. «Per i bambini del quartiere esiste quindi la possibilità, che si sta già peraltro concretizzando, di tornare a giocare anche a calcio in questi spazi – spiega l’assessore allo Sport, all’Educazione e agli Stili di Vita, Raffaella Basana –. Capiamo ovviamente che con l’apertura di un cantiere ci possano essere dei disagi, ma il risultato finale ci permetterà di mettere a disposizione di tutta la comunità un’area riqualificata e ampliata dove fare attività sportiva e ludica in piena sicurezza. Dispiace essere accusati ingiustamente dal momento che proprio la nostra amministrazione, ponendosi in ascolto dei bisogni espressi dalle famiglie, ha convintamente voluto favorire il riutilizzo del campo di calcio da parte di bambini e ragazzi del quartiere e migliorare, anche grazie alla realizzazione del campetto in sintetico, la qualità degli spazi a loro disposizione. In ogni caso – conclude – anche con il consigliere delegato di quartiere, Federico Filauri, siamo assolutamente disponibili a un incontro con la cittadinanza per illustrare il progetto nei dettagli e favorire il confronto ed il dialogo con i gestori del complesso sportivo». Un progetto che punta alla riqualificazione dell’area con benefici per tutti i suoi fruitori. «Al di là degli spazi dedicati dedicati al rugby – sottolinea il delegato di quartiere Filauri –, questo piano di riqualificazione porterà a un impiego migliore di tutte le aree in gioco, con benefici per chi usa quotidianamente i campetti, cioè per i ragazzi del quartiere».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy