Rugby: E’ boom nell’isontino

Rugby: E’ boom nell’isontino

La provincia di Gorizia  in Friuli Venezia Giulia è stata l’ultima a farsi contagiare dal “bacillo” ovale, ma in queste ultime stagioni il nostro sport nell’Isontino ha registrato un boom di entusiasmo ed interesse davvero sorprendente. Epicentro rugbystico del territorio sono le “Api” della Pallovale Isontina con quartier generale nel comune di Fogliano – Redipuglia. La società del presidente Federica Valenta, che a luglio 2014 ha ricevuto il testimone dallo “storico” Steven Mogorovich, si prepara peraltro a vivere un finale di stagione particolarmente intenso con due main events di grande prestigio. Domenica 31 maggio il terreno di gioco di via Atleti Azzurri d’Italia a Redipuglia ospiterà l’atto conclusivo del collegiale che la nazionale italiana di rugby Seven sosterrà nella nostra regione. I ragazzi di Andy Wilk, in preparazione al torneo di Mosca, tappa fondamentale delle World Series, saranno infatti a Tarvisio dal giovedì precedente e la domenica scenderanno nell’Isontino per prendere parte ad un triangolare amichevole con la nazionale danese ed un’altra rappresentativa ancora da designare. Attorno alla presenza degli Azzurri le “Api” hanno costruito una kermesse, che coinvolgerà anche Leonorso Udine, Venjulia Trieste e Piedimonte Gorizia e che avrà oltretutto un nobile scopo. La giornata, che partirà al mattino con il triangolare internazionale e proseguirà poi con un ciclo di tornei di touch rugby per Seniores, Under 18, 16 e 14, sarà denominata “Un meta per Alessandro”. Nell’ambito della stessa sarà promossa una raccolta fondi per aiutare un ragazzo goriziano che sta affrontando una difficile battaglia.

Il 14 giugno sarà invece la volta della quinta edizione del Torneo Forum Iulii di mini rugby, la manifestazione che, ormai per tradizione, sancisce il termine della stagione dei giovanissimi nella nostra regione, con la partecipazione ormai consolidata di tutte le realtà nostrane.

Nel frattempo a Fogliano Redipuglia le fatiche agonistiche stanno volgendo al termine con lusinghieri riscontri. La prima squadra, affidata a Diego De Monte, sta concludendo il suo secondo campionato di C2, mentre le ragazze delle “Api Regine”, altro fiore all’occhiello del club, hanno sfiorato la qualificazione alla finale di Parma della Coppa Italia femminile di Seven. La formazione allenata da Fabiana Visentin si è piazzata al secondo posto in regione alle spalle di Tarvisio e Gemona, ma ha comunque messo in luce progressi tecnici evidenti ed alcune atlete di sicuro avvenire. Tre di queste sono state di recente invitate dal Civ al match che ha messo di fronte una selezione triveneta  e le ragazze canadesi delle Saracens di Calgary.

“Abbiamo registrato un grande sviluppo nel mini rugby – racconta il presidente Valenta – grazie all’ottimo lavoro svolto nelle scuole di Sagrado, Farra, Grado, Gradisca, Monfalcone, san Pier d’Isonzo, Pieris, Staranzano. Il 16 maggio al torneo delle scuole prenderanno parte oltre duecento mini atleti”. “Oltre a ciò riusciamo a metter in campo l’Under 14 (allenata da Luca Lombardo ndr) in autonomia e l’Under 16 in collaborazione con il San Michele Bibione”.

Insomma, nell’Isontino si respira un grande fermento con tanti progetti già in cantiere. In primis la nascita di un nuovo polo rugbystico a Monfalcone. Ne parleremo diffusamente nelle prossime settimane.
(Federugby)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy