Rugby: Femi-CZ Rovigo e Cammi Calvisano verso la finale

Rugby: Femi-CZ Rovigo e Cammi Calvisano verso la finale

La Femi-CZ Rovigo ed il Cammi Calvisano si contenderanno sabato 30 maggio alle ore 18.00 allo Stadio “Mario Battaglini” di Rovigo l’ottantacinquesimo titolo di Campione d’Italia nella Finale del Campionato Italiano d’Eccellenza 2014/2015.

La Finale scudetto verrà trasmessa in diretta su Rai Sport 1, che ha trasmesso l’intera regular-season ed il doppio turno di semifinale, con telecronaca di Armando Palanza e commento tecnico dell’ex seconda linea azzurro Andrea Gritti: la presentazione della Finale è avvenuta oggi presso la Sede Rai di Milano, alla presenza del Presidente federale Alfredo Gavazzi, del vice-direttore di Rai Sport Marco Civoli e dei Presidenti, degli staff tecnici e dei capitani delle due finaliste.

La Femi-CZ Rovigo si presenta alla Finale dopo aver chiuso al primo posto la regular season, con sedici vittorie e due sole sconfitte, precedendo proprio i bresciani, Campioni in carica, in graduatoria.

Nei due scontri diretti in Campionato, i Bersaglieri si sono imposti di misura espugnando il “San Michele” per 19-18 all’andata e centrando un’ampia affermazione (44-13) sul campo di casa.

Le due finaliste si sono contese, inoltre, un posto nella alla Challenge Cup 2015/2016, sfidandosi nel barrage conclusivo del torneo di la qualificazione: pareggio per 17-17 in Veneto, netta vittoria interna del Calvisano (35-7) nella gara di ritorno che ha dato ai lombardi l’accesso al palcoscenico europeo per la stagione a venire.

Bilancio dunque di sostanziale equilibrio, con Rovigo che nelle due sfide del “Battaglini” ha saputo mantenere l’imbattibilità sul proprio campo.

Calvisano e Rovigo si sfidano per il titolo di Campione d’Italia per il secondo anno consecutivo: nel 2014, al San Michele, i gialloneri conquistarono in rimonta i loro quarto titolo vincendo per 26-17.

Rovigo, alla terza Finale degli ultimi cinque anni, attende invece il tricolore dal 1990.

La Finale dell’Eccellenza è un momento chiave della stagione, mi auguro che ci si possa avvicinare e vivere questo grande appuntamento con grande serenità, lontani da polemiche che non giovano al nostro movimento. Il massimo campionato è un momento chiave nel percorso formativo dei giovani italiani che parte dai centri U16 e che trova il proprio culmine nell’Eccellenza e nella Nazionale Emergenti. Rovigo e Calvisano hanno dimostrato un ottimo campionato ed erano attese in Finale, ma devo congratularmi anche con le Fiamme Oro e con il Marchiol Mogliano che hanno disputato un ottimo turno di semifinale, confermando il valore dimostrato nella stagione regolare. La stagione ha regalato, a mio avviso, un campionato più equilibrato che nel recente passato, con otto squadre vicine a loro nel valore: è un segnale positivo per il torneo” ha dichiarato il Presidente della FIR, Alfredo Gavazzi, dopo il benvenuto di rito del vice-direttore Rai Sport Marco Civoli.

Luke Mahoney, capitano della Femi-CZ Rovigo, alla terza finale con i gradi di leader del XV rossoblù, ha detto: “L’atmosfera in città è già calda, è bellissimo vivere una settimana di avvicinamento ad una partita tanto importante circondati da un pubblico appassionato, sempre pronto a darti un consiglio ed una pacca sulle spalle. Cerchiamo di mantenere concentrazione e serenità per sfidare una squadra consistente, che si presenta alla Finale da campione in carica”.

“Anche a Calvisano – ha fatto eco Tommaso Castello, centro giallonero alla prima finale da capitano – il clima è elettrico e non mancano inviti al bar e suggerimenti degli appassionati. Come ha detto Luke, dobbiamo cercare di assaporare ogni momento di questa settimana. Sarà una grande partita ed abbiamo grande rispetto del Rovigo, che ha chiuso davanti a noi in stagione regolare con merito”. 

Filippo Frati, coach dei Bersaglieri: “La serenità, la tranquillità, saranno fondamentali in questi giorni per la squadra. La pressione non manca, dobbiamo evitare di presentarci alla gara di sabato dopo aver già giocato questa partita nella nostra testa una, due, cento volte”.

Gianluca Guidi, tecnico del Cammi Calvisano: “Rovigo è una squadra di grande qualità, che giocherà la Finale davanti al pubblico di casa, su un campo glorioso come il Battaglini. Impossibile fare pronostici, non posso che augurarmi di portare a casa questa partita2.

Nota: I biglietti sono in vendita, con prezzi compresi tra i 2€ ed i 50€, presso la sede della Femi-CZ Rovigo – organizzatrice della Finale grazie al miglior piazzamento in classifica in stagione regolare – nella Club House del Club rodigino e presso il Caffè Molinari.

Le ultime dieci Finali Scudetto

2014 Cammi Calvisano v Femi-CZ Vea Rovigo 26-17

2013 Estra I Cavalieri Prato v Marchiol Mogliano 11-16

2012 Cammi Calvisano v Estra I Cavalieri 27-22/16-14

2011 Femi-CZ Rovigo v Petrarca Padova 14-18

2010 Benetton Treviso v Montepaschi Viadana 16-12

2009 Benetton Treviso v Montepaschi Viadana 29-20

2008 Cammi Calvisano v Benetton Treviso 20-3

2007 Benetton Treviso v Arix Viadana 28-24 dts

2006 Benetton Treviso v Ghial Calvisano 17-12

2005 Ghial Calvisano v Benetton Treviso 25-20

Comunicato federugby.it/

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy