Rugby: La Udine Junior protagonista nella spettacolare kermesse del Trofeo Topolino

Rugby: La Udine Junior protagonista nella spettacolare kermesse del Trofeo Topolino

A Treviso, nel prestigioso Trofeo Topolino per i junior, la Rugby Udine è protagonista

Commenta per primo!

La “madre” di tutti i tornei giovanili, la più importante vetrina italiana del rugby di domani, la 38esima edizione del Trofeo Città di Treviso – 25esima del Trofeo Topolino, è andata in scena nel fine settimana del 14 e 15 maggio. Tra le migliaia di mini rugbysti che hanno festosamente invaso i campi de La Ghirada e del circondario anche il piccolo “esercito” della Udine Junior, presente in tutte le categorie.

I cuccioli dell’Under 6 erano al loro primo Trofeo Topolino e per loro l’emozione è stata senza dubbio indimenticabile . Questo il racconto dei tecnici: “La giornata di apertura ha avuto alti e bassi dal punto di vista tecnico, ma nel complesso i bambini si sono impegnati e divertiti. Durante
il viaggio verso Jesolo, la stanchezza ha predominato l’eccitazione per il pernottamento fuori casa. La seconda giornata è iniziata con tanta carica positiva da parte dei nostri piccoli rugbisti, felici di poter giocare ancora”.

“Abbiamo vinto tre partite su quattro e i bambini hanno veramente superato loro stessi. Nel complesso il torneo ha aumentato l’autostima e il sentirsi parte di una squadra. I genitori sono entusiasti del bellissimo week end passato insieme. Da aggiungere che Michele ha voluto esprimere una sua opinione riguardo la squadra, dicendo che giocando al loro massimo come avevano fatto e sentendosi una squadra, avrebbero vinto e migliorato ancora di più”.

In Under 8 gli allenatori per l’appuntamento più importante dell’anno hanno scelto un gruppo formato dai bambini dell’annata più vecchia e dal piccolo Pietro, del primo anno. La sveglia come sempre è all’alba ma già in pullman si percepiscono l’entusiasmo e le aspettative per il torneo.
Il meteo fortunatamente è clemente e per tutti e due i giorni si gioca all’asciutto e sotto un discreto sole. A seguire il resoconto sportivo. Girone 1 con Mogliano, Cus Pavia A e Milano Rugby B. I piccoli si piazzano al secondo posto, perdendo solo contro la più quotata Mogliano (giunta poi quinta). Nel pomeriggio li aspetta uno dei gironi delle seconde, essendo arrivati nella seconda
fascia, con Foscarini, Paese e Roma Appia. I piccoli udinesi esprimono il loro miglior rugby, organizzati e presenti in difesa e concreti in attacco. Si finisce il secondo girone con tre nette vittorie. A sguire la serata in albergo all’insegna del divertimento e dello stare insieme: sicuramente momenti che cementano ancora di più il gruppo. La stanchezza però è molta e la sveglia di domenica ormai è vicina, così dopo cena tutti a nanna. Domenica mattina un girone decisamente impegnativo con San Donà, Petrarca e Fiamme Oro. Arrivano tre sconfitte, non senza qualche
pianto di nervosismo, ma ricevendo anche complimenti da avversari che, incontrati qualche mese prima, notano gli enormi miglioramenti dei Tuttineri. Gli allenatori possono essere decisamente soddisfatti di questi due giorni e di un gruppo di bambini, che sta crescendo di appuntamento in
appuntamento e che inizia a capire l’essenza del rugby giocato. Work in progress

Per  l’Under 10 un week end dai due volti. Il primo giorno, quello dal punto di vista più importante per determinare gli abbinamenti successivi, non è stato particolarmente brillante. In tutti gli incontri disputati, tre nella matina e quattro nel pomeriggio, la squadra non ha espresso il gioco visto solitamente e che al Trofeo Bottacin di Padova aveva determinato un ottimo 15esimo posto. Ne sono conseguite una serie di sconfitte che hanno poi relegato i Tuttineri nella parte bassa della classica. Nell’ultima partita della giornata è arrivata l’unica vittoria, 3 a 2 contro il Pordenone, proprio mentre iniziava a piovere. Nelle tre partite della domenica si è visto qualcosa in più. Chiaramente gli avversari erano di tutt’altro livello rispetto a quelli della mattina di sabato, ma la squadra ha girato meglio e si è riscontrata una maggiore attenzione alle fasi di gioco. Tre vittorie meritate che in parte hanno riscattato le prestazioni opache del giorno precedente.

L’Under 12 era di scena sui campi di Casale sul Sile e Silea, con la giornata di sabato dedicata alle qualificazioni. La Junior, inserita in un girone a 8 particolarmente impegnativo (Valsugana A, Villorba A, Vicenza A e Collegno alcune delle rivali), si è ben comportata in tutti i match sviluppando un gioco concreto, basato sull’aggressività nel break down e, a tratti, intelligente nel leggere efficacemente la situazione di gioco. Da sottolineare la sfida diretta col Vicenza vinta, in rimonta, grazie ai numerosi turnover e al fondamentale lavoro senza palla. Domenica riservata
alle finali, con i ragazzi dei coach Cittaro e Casarsa ancora in palla che confermano di essere cresciuti a livello tecnico e tattico. “Qualcosa si può migliorare nella cura dei dettagli – è stato il commento finale dei tecnici – soprattutto quando il risultato è sul filo e un piccolo errore può compromettere il risultato della partita”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy