Rugby, Mondiale U20: Italia a testa alta con l’Australia

Rugby, Mondiale U20: Italia a testa alta con l’Australia

Il pubblico di Parma saluta il Mondiale U20 applaudendo gli Azzurrini di Alessandro Troncon che, dopo aver tenuto testa al Sudafrica a Calvisano nel turno inaugurale di martedì, trova ulteriori conferme della propria crescita giocando alla pari per quasi tutti gli ottanta minuti contro l’Australia.

Al “Lanfranchi” il secondo turno della Pool B vede l’Australia vittoriosa per 31-15, ma sul risultato finale pesano terribilmente i sette minuti, tra il 30’ ed il 37’ della ripresa, in cui i giovani Wallabies mettono a segno tre mete ed un parziale di 21-0 dopo che, nella prima mezzora, erano stati gli Azzurrini ad avere in mano la partita.

Mercoledì 10, al “San Michele” di Calvisano, l’Italia giocherà l’ultima partita della fase a gironi contro Samoa.

La cronaca  

L’Australia scende in campo a Parma con i favori del pronostico, ma è l’Italia a partire con il giusto brio e a muovere il tabellone: prima Minozzi colpisce il palo su una punizione propiziata da un ottimo recupero sul breakdown di Archetti, poi mette in mezzo alle acca australiane il secondo tentativo, conquistato dal pack guidato da capitan Buonfiglio che mette subito in difficoltà gli otto avanti oroverde.

La mischia oceanica soffre nelle fasi statiche, ma al largo Kellaway e compagni mostrano da subito le proprie qualità, distendendosi pericolosamente ma trovando la linea arretrata italiana pronta a rispondere. Proprio da un attacco italiano, al ventiduesimo, nasce la meta di Masato che intercetta un pallone nella propria metà campo e, spinto dall’incitamento del pubblico ducale, vola in meta. Dalla bandiera, Minozzi non centra i pali: 0-8.

Al ventiseiesimo i Wallabies accorciano dalla piazzola con Deegan – alla fine, per il dieci australiano, il ruolino reciterà un impeccabile cinque su cinque – dopo un fuorigioco della difesa italiana, poi in una manciata di minuti ribaltano il risultato: l’Italia ha un black-out di sette minuti, gli australiani ne approfittano per mettere in mostra il proprio gioco veloce e penetrante.

Alla mezz’ora il sorpasso porta la firma del flanker Willkin, che sfonda con il maul, e di Deegan che trasforma; si riparte, l’Australia torna nei ventidue italiani e dalla base del punto d’incontro il mediano di mischia Tattle sorprende le guardie insinuandosi tra loro e marcando il 15-8. Deegan allunga sul 17-8.

Situazione analoga al trentasettesimo, attacco australiano e cambio di senso con il pilone Orr che questa volta trova il varco. Deegan manda le squadre al riposo sul 24-8.

Nella ripresa, l’Italia trova nuovamente spirito, concentrazione e voglia di imporre il proprio gioco, tenendo sotto pressione i Wallabies. Alcune perdite di possesso vanificano gli sforzi degli Azzurrini, ed al ventiduesimo arriva la meta del bonus oroverde con il terza linea Korczyk che, dopo una penaltouche e conseguente maul messo a terra, trova il pick-and-go vincente.

L’Italia non cede, e nell’ultimo quarto di gara impensierisce costantemente la retroguardia avversaria, con Luus – entrato per Ferraro – sugli scudi: sua la meta del 31-15, sua la percussione che porta ad un passo dalla terza meta, ma il risultato non cambia più.

“C’è sicuramente un poco di rammarico per quei sette minuti in cui abbiamo concesso tre mete che hanno cambiato la partita – ha detto a fine gara il tecnico dell’Italia U20, Alessandro Troncon – e su questo aspetto dovremo sicuramente riflettere. Per contro, la squadra ha dimostrato di continuare il percorso di crescita iniziato nel corso del 6 Nazioni. E’ innegabile che qualche mese fa non saremmo stati in grado di competere con l’Australia, e stasera abbiamo dimostrato di poterlo fare”.

Questo il tabellino del match:

Parma, Stadio “Lanfranchi” – sabato 6 giugno

World Rugby U20 Championship – Pool B – II giornata

Australia v Italia 31-15

Marcatori: p.t. 4’ cp. Minozzi (0-3); 22’ m. Masato (0-8); 26’ cp. Deegan (3-8); 30’ m. Wilkin tr. Deegan (10-8); 33’ m. Tattle tr. Deegan (17-8); 37’ m. Orr tr. Deegan (24-8); s.t. 22’ m. Korczyk tr. Deegan (31-8); 25’ m. Luus tr. Minozzi (31-15)

Australia: Placid; Quick (26’ pt. Davis), Tuipolotu, Paia’aua (29’ st. Nucifora), Kellaway (cap); Deegan, Tuttle; Korczyk, Gunn, Wilkin (21’ st. Croke); Lealaiaulolo-Tui (37’ st. Winter), Hanigan; Sandell (27’ st. Lomax), Faingaa (27’ st. Saaga), Orr (27’ st. McInerney)

a disposizione: Saaga, McInerney, Lomax, Winter, Croke, Nucifora, Dalgleish, Davis

all. Thomson

Italia: Sperandio; Agbasse (19’ st. De Santis) , Casalini, Lucchin, Masato; Minozzi (38’ st. Azzolini), Raffaele (28’ st. Ferrari); Cornelli, Giammarioli, Archetti (1’ st. Polledri); Zanetti, Ortis (24’ st. D’Onofrio); Pavesi (11’ st. Cincotto), Ferraro (6’-38’ st. Luus), Buonfiglio (6’ st. Dallavalle)

all. Troncon

arb. Sylvestre (Argentina)

Calciatori: Minozzi (Italia) 2/5; Deegan (Australia) 5/5

Note: serata calda ed umida, campo in buone condizioni. 2000 spettatori circa.
(Federugby)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy