Rugby: U16 di Udine sconfitta con onore

Rugby: U16 di Udine sconfitta con onore

Commenta per primo!

Esordio casalingo difficilissimo per gli Under 16  della Rugby Udine Junior, che, domenica 25 ottobre, sul rettangolo di Paderno, nella seconda giornata del campionato triveneto, girone Elìte, ospitavano nientemeno che i campioni italiani di categoria del Valsugana Padova.

Proprio alla vigilia di questo autentico test match qualche defezione dell’ultima ora, tra cui quella per infortunio del mediano di mischia Simone, ha messo in allerta i tecnici, i quali, tuttavia hanno schierato in campo una formazione che ha onorato l’impegno fino all’ultimo, sfoderando una grande prova d’orgoglio, come ha evidenziato lo stesso head coach Ennio Furlanich. “Una partita di carattere – ha commentato –  abbiamo incontrato una squadra nettamente più organizzata di noi, ma siamo riusciti ugualmente a fare il nostro gioco e a metterla in difficoltà più di una volta. Ciò significa che il lavoro che stiamo svolgendo durante la settimana è corretto. Oggi ha esordito Jacopo e ne siamo molto contenti; ci sono ottimi margini di miglioramento”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Colautti: “Anche oggi la mischia è stata efficace, sia nelle fasi statiche che in mezzo al campo. I nostri ball carrier hanno fatto il loro dovere e, grazie ad un sostegno efficace, siamo riusciti a giocare molti palloni. Abbiamo commesso qualche errore in difesa, cosa che, con squadre come il Valsugana, significa essere immediatamente puniti”.

L’inizio della partita vede subito i padovani in attacco, proiettati verso la meta friulana. La difesa bianconera però si comporta egregiamente e, anzi, è la Udine Junior a rompere il ghiaccio per prima, piazzando tra i pali un calcio di punizione. I giovani patavini riordinano le idee e cercano di superare la difesa  udinese, la cui organizzazione li obbliga però a calciare di continuo liberandosi di fatto del pallone. All’ennesimo assalto il Valsugana va in meta, riuscendo a sfruttare al meglio qualche errore difensivo individuale di troppo: si va al riposo con la partita ancora in bilico. I due pacchetti si equivalgono sia in mischia che in touche.  Gli udinesi riescono a violare la meta ospite con capitan Davide, ma negli ultimi 10 minuti sono costretti a capitolare due volte subendo altrettante mete per un risultato finale di 31 a 13 a favore dei ragazzi di Altichiero.  Un vero peccato perché senza i due svarioni degli ultimissimi minuti lo score sarebbe stato un onesto 19 a 12 che avrebbe rispecchiato molto meglio i valori e l’equilibrio visti in campo.

Sempre domenica 25 ottobre il Mini Rugby bianconero era impegnato nel concentramento di Villorba con i padroni di casa ed il Cus Padova. Grandi numeri per le due società venete che hanno potuto schierare doppie squadre in tutte le categorie.

Otto sono stati i piccoli atleti Under 8 che hanno partecipato alla manifestazione. La prima partita contro il Cus Padova B è stata giocata molto bene dagli udinesi che hanno conquistato la vittoria della giornata senza troppe difficoltà. Il secondo incontro ha visto come avversari  i coetanei del Cus Padova A, contro i quali i bianconeri non sono proprio riusciti ad esprimersi al meglio, mentre le ultime due partite contro Villorba A e Villorba B hanno invece messo in risalto le loro capacità. I mini ruggers udinesi hanno tirato fuori la grinta occupando molto bene lo spazio e passandosi spesso la palla tra loro se si trovavano in difficoltà. Hanno inoltre attaccato con rapidità e convinzione non lasciando agli avversarsi la minima possibilità per poter esprimersi, vincendo così entrambi gli incontri.

Tra gli Under 10, sebbene i risultati siano stati buoni (vinte tre partite su quattro), molto è stato conseguenza delle iniziative dei singoli. La squadra, a parere dei tecnici, non è ancora in grado di esprimere il suo gioco; sono molti quelli che preferiscono delegare piuttosto che essere interpreti principali della partita. C’è, quindi, molto da fare sia dal punto di vista della tecnica individuale che per quanto riguarda la comprensione del gioco. “Tuttavia – è la chiosa finale degli allenatori –  il gruppo è buono e con il tempo si riuscirà a vedere anche il bel gioco”.

Infine gli Under 12, dopo la prestazione non del tutto convincente della scorsa settimana, erano in cerca il riscatto. Il match contro il Cus Padova è stato a due facce: primo tempo decisamente opaco, squadra contratta in cerca di un gioco forse troppo evoluto rispetto alla fase di crescita dei ragazzi. Durante la pausa si è deciso quindi di cambiare il piano di gioco e nella ripresa la Junior ha offerto la sua migliore prestazione stagionale con pick&go e ricicli veloci dai punti di incontro sempre efficaci. Bella l’aggressività e la voglia messa in campo dai tuttineri. Col Villorba, infine, il confronto è stato molto equilibrato, ma la panchina più lunga dei trevigiani li ha favoriti, consentendo loro di schierare forze fresche sul finale di partita. Giornata positiva, quindi, degli udinesi, anche se molto lavoro va fatto per migliorare il gioco al largo e il passaggio in avanzamento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy