Rugby Udine, a Lumezzane per chiudere il discorso salvezza

Rugby Udine, a Lumezzane per chiudere il discorso salvezza

Altra gara importante per la Rugby Udine che domenica farà visita a Lumezzane. I bianconeri provano a chiudere il discorso salvezza

Commenta per primo!

Ancora un match importante per la Rugby Udine 1928 che, domenica 10 aprile alle 15.30, affronterà in trasferta il Patarò Rugby Lumezzane nel terzultimo turno del girone play-out; a dirigere l’incontro sarà Giorgio Sgardiolo. Dopo lo stop con il Valpolicella (26-24), che ha fruttato comunque due punti, consentendo di difendere il primato, i tuttineri avranno un’altra occasione per provare a chiudere in anticipo il discorso salvezza. Consapevoli che la classifica rimane ancora apertissima e i bresciani incalzano.

In settimana, infatti, la giustizia sportiva ha punito il Cus Torino – che si era imposto per 23-22 sul Patarò nell’ultima giornata – per irregolarità nella formazione (la squadra dal 14° del secondo tempo ha chiesto di giocare mischie ‘no contest’ per assenza di un pilone destro, pur avendo in panchina atleti segnati come prima linea, ndr), assegnando il successo a tavolino al Lumezzane per 0-20. La nuova graduatoria, quindi, vede Udine, a quota 23, tallonata proprio dalla prossima avversaria, salita a 20, mentre i piemontesi scendono a 14 punti, in penultima posizione.

In settimana ci siamo allenati bene – analizza coach Maurizio Teghini anche se siamo usciti malconci dalla trasferta con il Valpolicella e dovremo valutare le condizioni di Schiavon e Zorzi, acciaccati. Sappiamo che affronteremo un’altra formazione molto fisica, oltretutto su un campo sintetico e stretto. L’obiettivo? E’ quello di limitare i nostri cali di concentrazione, legati anche alla giovane età e alla mancanza di esperienza di molti atleti in rosa. Dovremo essere più cinici e più concreti, approcciando il match con maggiore attenzione e determinazione. Il piano partita sarà molto simile a quello della scorsa settimana, dal momento che troveremo un’altra squadra che sfrutta tantissimo la mischia”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy