Rugby Udine una bruttissima sconfitta con Paese

Rugby Udine una bruttissima sconfitta con Paese

“Una bruttissima partita, nonostante l’importanza della posta in palio”. Così coach Teghini spiega la sconfitta di Udine con Paese che pregiudica non poco la corsa verso i playoff per i bianconeri

Commenta per primo!

La Rugby Udine 1928 esce sconfitta per 16-15 dal campo di Paese, al termine di una prestazione non esaltante dei friulani. Udine parte bene e trova subito la prima meta con D’Anna, che sblocca il risultato al 3′ grazie a una bella azione in velocità; Robuschi, da posizione molto decentrata, non trasforma per lo 0-5. I tuttineri continuano a mettere pressione, ma non riescono a rendersi pericolosi. I padroni di casa iniziano a prendere fiducia e trovano il primo calcio, non piazzato da Iannone. Al 24′, i canguri, ancora in attacco, conquistano un altro fallo e trovano il piazzato con Iannone (3-5). Udine si fa rivedere in attacco e, grazie a una splendida azione in contropiede, si porta in zona meta, dove D’Anna serve alla perfezione capitan Di Pietro che firma la seconda segnatura dei friulani; Robuschi non centra i pali e il risultato resta sul 3-10. I veneti continuano a spingere e si rendono pericolosi, conquistando un altro calcio, che il numero 10 piazza per il 6-10. Nel finale di tempo,  Paese si rende nuovamente pericoloso, sfruttando anche l’uomo in più dopo il giallo comminato a Bagolin, ma un in avanti ferma l’incursione, mandando le squadre a riposo sul 6-10.

Nella ripresa Udine è costretta a rinunciare al suo capitano (infortunio alla mano),  sostituito da Veschetti; i friulani provano a mettere pressione, ma Paese ha trovato fiducia e si difende bene. I tuttineri pagano l’eccessivo nervosismo e rimediano un altro cartellino giallo con Properzi. Paese ci crede e spinge: la pressione viene premiata dalla prima meta al 14′, non trasformata da Iannone per il primo vantaggio interno (11-10). Udine prova a ripartire, ma non riesce a renedersi pericolosa in attacco. Al 23′ riparte la manovra dei padroni di casa che, sfruttando una fuga in velocità di Riato, vanno in meta (non trasformata) per il 16-10. I friulani tentano di ribaltare il risultato, ma una bella azione di Flynn è fermata da un placcaggio, che spedisce fuori campo il pallone. Fase molto concitata: entrambe le squadre provano a costruire qualche occasione, ma il gioco non si concretizza. Nel finale, Paese ha ancora una ghiotta chance, ma è Udine, sempre con D’Anna, a trovare il varco giusto allo scadere; Robuschi, da posizione molto difficile, non trasforma, mandando le squadre negli spogliatoi sul 16-15.

Abbiamo giocato una bruttissima partita, nonostante l’importanza della posta in palio”, analizza il tecnico Maurizio Teghini. “Forse i ragazzi hanno sentito troppo la pressione. Siamo arrivati spompati al rush finale e anche questa settimana non abbiamo lavorato al meglio, complici i tanti acciacchi. Speriamo di recuperare la condizione durante la pausa perchè vogliamo chiudere al meglio contro Valsugana, per farci trovare pronti per la seconda fase, dove dovremo lottare per la salvezza”.

GRUPPO PADANA PAESE – RUGBY UDINE 1928: 16-15 (punti 4-1)

Marcatori: pt 3’ m D’Anna, 24’ cp Iannone, 27’ m Di pietro, 32’ cp Iannone; st 13’ m S.Secolo, 22’ m Riato, 43’ m D’Anna.

Paese: Geromel, Riato, Furlan (17’ pt Gaiba), Ceban, Passuello (22’ st F.Zanatta, 39’ Marco Pavin), Iannone, De Rovere, Serrotti, Cavallo, Carraretto (28’ st Rufoloni), S.Secolo (cap), C.Secolo (28’ st Boffo), Simionato (1’ st Gigliodoro), Zara, Ceccato (1’ st Deoni). All. Mario Pavin; a disposizione: Borsato.

Udine: Robuschi, D’Anna, Marconato, Properzi Curti (16’ st Groza), Zorzi, Flynn, Curtolo (22’ st Barella), Picchietti, Di Pietro (cap) (12’ st Sabot), Folla, Bagolin, Macor, Morosanu, Mezzavilla (17’ st Del Tin), Schiavon (8’ st Cibin). All. Teghini; a disposizione: Rigutti, Veschetti, Capoccia.

Arbitro: Schilirò.

Ammonizioni: pt 38’ Bagolin; st 5’ Properzi Curti, 32’ Serrotti

Note: spettatori 200 ca., punti conquistati: Paese 4, Udine 1;

Classifica: Tarvisium 31, Casale e Vicenza 27, Udine 21, Valsugana 16, Paese 9.

Altri risultati: Tarvisium- Vicenza 16-21; Valsugana – Casale 13-22.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy