Sei Nazioni, l’Italia a testa alta. “Volevamo essere un avversario duro”

Sei Nazioni, l’Italia a testa alta. “Volevamo essere un avversario duro”

L’Italia gioca bene in Francia, solo alla distanza viene sconfitta, ma gli Azzurri hanno dimostrato di essere un avversario duro

Commenta per primo!

Una bella e coraggiosa Italia viene sconfitta 23-21 dalla Francia allo Stade de France di Parigi nella prima giornata dell’RBS 6 Nazioni. Partita che subito si mette in direzione azzurra con un drop di Carlo Canna che centra i pali da circa 30 metri in posizione centrale. I padroni di casa rispondono con il dinamismo di Vakatawa, ma fanno i conti con l’imprecisione sui calci piazzati di Bezy (0/3). L’Italia non si disunisce e continua a spingere, trovando la prima meta del match con capitan Parisse. Passano soli 7 minuti e Chouly ribalta nuovamente un risultato che sul finire di tempo vacilla grazie ad una penetrazione di Campagnaro che per questione di centimetri non trova la meta.

 

L’avvio della ripresa è scoppiettante, con un Canna sugli scudi che si mette in proprio e in due minuti ribalta il parziale prima con un calcio piazzato, poi con una meta che lo stesso numero 10 azzurro trasforma per il momentaneo 18-10. La Francia accusa il colpo, ma lentamente macina gioco e con Bonneval accorcia le distanze. Sui calci piazzati i transalpini mandano Plisson e la musica cambia: il numero 10 fa 3 su tre e ribalta il parziale. Haimona al 74’ illude gli Azzurri con un bel calcio piazzato, ma ancora Plisson fissa il risultato sul 23-21 che Parisse cerca di sbloccare all’82’ con un drop che termina sul fondo a lato dei pali.

Volevamo essere un avversario duro, ci siamo riusciti. Abbiamo mostrato lo spirito che volevamo, anche se nel primo tempo abbiamo avuto poco possesso, concedendo troppi calci alla Francia. Ma abbiamo costruito comunque il nostro gioco, non abbiamo avuto mai paura e giocato, nel complesso, una buona partita. Il calcio contro Parisse che ha dato ai francesi il vantaggio decisivo? Devo ancora rivedere la partita”. Il CT azzurro Jacques Brunel analizza a caldo la sconfitta degli Azzurri a Parigi nella prima giornata di RBS 6 Nazioni contro la Francia.

Sergio Parisse, capitano dell’Italrugby, gli fa eco: “Nessuna polemica sull’arbitraggio, è stato quello che è stato. Non ho ancor visto le immagini, lì per lì mi sono sentito libero di rialzarmi perché non mi sono sentito tenuto. E’ stato bravo anche Plisson a realizzare un calcio non semplice, angolato e da cinquanta metri. Il drop alla fine? Ho preso la responsabilità perché ero in buona posizione, ovviamente sono deluso perché non ho centrato i pali ed abbiamo perso la partita. E’ stata una decisione presa un po’ forse affrettatamente, ma ero sull’asse ed ho deciso di calciare, come al solito sono prese di responsabilità. Avremmo anche potuto mantenere il possesso e puntare ad un calcio di punizione”.

Siamo delusi del risultato finale, il contesto poteva essere diverso per noi ma abbiamo mostrato un carattere ed un’identità, era il nostro punto di partenza per questa partita. Al di là della sconfitta dobbiamo prendere gli aspetti positivi di questa partita, che non mancano” ha dichiarato Brunel.

Parigi, Stade de France – sabato 6 febbraio 2016, ore 15.25

RBS 6 Nazioni, I giornata – diretta DMAX/DeejayTV dalle 14.45

Francia v Italia 23-21 (10-8)

Marcatori: p.t. 8’ drop Canna (0-3); 14’ m. Vakatawa (5-3); 25’ m. Parisse (5-8); 32’ m. Chouly (10-8); s.t. 44’ c.p. Canna (10-11); 46’ m. Canna tr. Canna (10-18); 60’ m. Bonneval tr. Plisson (17-18); 68’ c.p. Plisson (20-18); 74’ c.p. Haimona (20-21); 75’ c.p. Plisson (23-21)

Francia: Medard (77’ Doussian); Bonneval, Fickou (56’ Mermoz), Danty, Vakatawa; Plisson, Bezy (68’ Machenaud); Picamoles (16’ Camara), Chouly, Lauret; Maestri, Jedrasiak (72’ Flanquart); Slimani (50’ Atonio), Guirado (cap), Ben Arous (50’ Poirot)

a disposizione non entrato: Chat

all. Noves

Italia: Odiete (55’ McLean); Sarto L., Campagnaro, Garcia (69’ Haimona), Bellini; Canna (77’ Palazzani), Gori; Parisse (cap), Zanni (13’-21, 67’ Van Schalkwyk), Minto; Fuser, Biagi (44’ Bernabò); Cittadini (65’ Castrogiovanni), Gega (56’ Giazzon), Lovotti (65’ Zanusso)

all. Brunel

arb. Doyle (Inghilterra)

Note: Campo in ottime condizioni, pomeriggio sereno. Circa 60.000 spettatori

Calciatori: Bezy 0/3 (Francia), Canna 2/4 (Italia), Plisson 3/3 (Francia), Haimona 1/1 (Italia)

Man oh the match: Vakatawa (Francia)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy