Udine Rugby e Leonorso unite in nuovo progetto

Udine Rugby e Leonorso unite in nuovo progetto

Formare i giovani campioni di domani per ambire a un posto tra le “big”. E’ questo l’obiettivo del progetto presentato questa mattina nel Salone del Popolo di palazzo d’Aronco dai massimi rappresentati dell’Udine Rugby 1928 e della Leonorso UdineUdine Rugby Leonorso 2“Parte un progetto che rappresenta il futuro del movimento rugbistico udinese – ha dichiarato in apertura Massimo Rizzi -. Vogliamo dare continuità al nostro movimento, aumentare il livello qualitativo dei settori giovanili, in particolare dell’Under 18. Unendo le nostre forze possiamo ottenere migliori risultati, maggiore visibilità, ambire a obiettivi importanti rispetto a quelli raggiunti dalle società separatamente”. Un pensiero condiviso dal presidente della Udine Rugby 1928 Massimo Ferrarin: “Ci tengo a sottolineare che si tratta di un progetto fortemente voluto. Questo è il mio secondo anno di presidenza, ho cercato fin da subito la collaborazione con gli altri club. I migliori giocatori regionali Under 18 quasi tutti non stanno giocando in regione. Quindi ora vorremmo cominciare a trattenerli con l’obiettivo di disputare la serie A con nostri giocatori. Sarà un progetto gestito da un comitato comune”. A precisare alcuni aspetti organizzativi è stato poi il responsabile delle attività agonistiche della Rugby Udine Renato Stefanon: “Il progetto si chiamerà Union Udine Rugby Fvg. Abbiamo già preso contatti con Bagnaria Arsa che metterà a disposizione alcuni atleti. Il nostro obiettivo è avere una formazione U18 per il girone Elite e un’altra nel girone territoriale, con lo sbocco in serie A. Si tratterà di un polo rugbistico di valore a livello territoriale e per questo punteremo su tecnici qualificati”. Nel corso della conferenza stampa è intervenuta anche Daniela Colombo, incaricata di tenere i contatti con le famiglie e con l’esterno per la Leonorso: “Sono certa che in futuro il rugby friulano raggiungerà i livelli importanti che merita. L’unione crea quantità per la formazione di più squadre. Ci sarà una preparazione atletica mirata con la garanzia di un ruolo all’interno del gruppo. Abbiamo già un numero sufficienti di adesioni che ci consentono di garantire la creazione di due squadra. Si cercherà di creare un’unione dalla U18 alla Cadetta”. Presenti alla cerimonia anche il delegato provinciale di Udine del Coni Silvano Parpinel, l’assessore alle attività produttive del Comune di Udine Alessandro Venanzi e l’assessore allo sport Raffaella Basana, che ha dichiarato: “Si tratta di un’iniziativa al passo con i tempi che darà la possibilità ai ragazzi di crescere in un contesto formativo positivo per raggiungere risultati importanti. È chiaro che unire più realtà aumenta la complessità, ma le ambizioni sono alte. Sono orgogliosa che un’iniziativa come questa parta proprio da Udine”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy