Udine Union Fvg, la formazione cadetta si è salvata

Udine Union Fvg, la formazione cadetta si è salvata

Grazie al successo nel terzultimo turno contro il Montebelluna, il team friulano ha conquistato la permanenza in serie C

Commenta per primo!

Pur con un andamento altalenante, dovuto ad infortuni, impegni di lavoro, defezioni varie e quant’altro può “affliggere” una squadra di serie C, la formazione cadetta della Udine Union Fvg ha già conquistato con due turni d’anticipo la matematica salvezza e di conseguenza uno dei due obbiettivi stagionali, richiesti dalla società. La vittoria 35 a 11 ottenuta a Montebelluna nel terzultimo turno della Fase Passaggio del torneo di C1 significa la permanenza nella categoria. L’altro “target” raggiunto è la crescita complessiva del gruppo che ha registrato progressi portanti sia sotto il profilo tecnico individuale che nell’amalgama.

Un altro elemento da considerare è il frequente travaso di giocatori dalla cadetta alla serie A – spiega Luca Diana, che insieme a Marco Romanelli è il dirigente accompagnatore della formazione – con la squadra tipo in campo infatti siamo sempre riusciti a dire la nostra anche contro compagini più esperte. Pur non essendo riusciti ad accedere alla Fase Promozione la squadra sta disputando un egregio campionato. Dopo la matematica salvezza di domenica scorsa, i ragazzi ed i tecnici, Matteo Pevere ed Andrea Bonanni, vorrebbero chiudere in bellezza conquistando il primo posto, obbiettivo ancora alla portata vincendo gli ultimi due match”.

E intanto si comincia a guarda al futuro, come sottolinea Diana: “La stagione ha messo in evidenza alcuni ottimi elementi, di sicuro interesse in prospettiva serie A, ed è servita a consolidare il gruppo udinese . In ogni caso si è manifestata una volta di più la necessità di mantenere viva la cadetta, sia per permettere di giocare anche a chi non ha l’opportunità di approdare in serie A, sia per formare un naturale serbatoio dal quale attingere per la stessa serie A. Fermo restando che la cadetta ha e deve mantenere la sua propria identità”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy