Anche il Tavagnacco pronto allo sciopero

Anche il Tavagnacco pronto allo sciopero

Anche il Tavagnacco è pronto alla sciopero. Le sanzioni disciplinari irrogate alle società (50 euro di multa a Brescia e Verona) e alle calciatrici (ammonizione per le 22 titolari) per lo striscione esibito lo scorso fine settimana prima del via della gara di Supercoppa sono state la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Lo sciopero era già nell’aria, ora la tensione tra calciatrici e Federazione è alle stelle.
«Uno sciopero? Noi abbiamo fatto iniziative al massimo della nostra portate per lo sviluppo di questo settore», ha ricordato Tavecchio, ma intanto anche in Coppa Italia verrà esibito lo striscione della discordia, che altro no  faceva che reclamare rispetto.

In casa Tavagnacco mister Di Filippo ha ricordato che ” la riforma fatta fino ad oggi non basta e non si è cominciato bene: serve fare una riunione con tutte le componenti, fare prima di tutto una Under12 per le squadre. Si poteva fare qualcosa di diverso, come a Roma dove c’è stato un grande raduno di ragazzine per tastare la loro disponibilità: sono state scelte una quarantina di loro, inserite poi nelle giovanili della Roma. Questa per me  è la strada giusta”.

Capitan Brumana aggiunge: “Stiamo solo cercando di ottenere ciò che ci spetta di diritto. I provvedimenti presi dalla Federazione contro Verona e Brescia non ci spaventano e non ci fermeranno.  Non lo facciamo per noi della “vecchia guardia”, ma per le giovani calciatrici, per assicurare loro un futuro migliore”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy