Calcio femminile alla Figc: l’aspro commento di Sibilia

Calcio femminile alla Figc: l’aspro commento di Sibilia

Le dichiarazioni del presidente della Lnd, Cosimo Sibilia: “Siamo di fronte ad un’imposizione calata dall’alto, senza alcun confronto”

di Redazione

I campionati di serie A e B di calcio femminile  passano dalla lega dilettanti alla Figc. E’ quanto reso noto dalla federazione in un comunicato in cui si spiega la decisione assunta dal commissario straordinario Roberto Fabbricini: “Considerato che, a decorrere dalla prossima stagione sportiva l’attività nazionale di calcio femminile sarà strutturata su tre livelli e prevederà lo svolgimento del campionato di Serie A, di Serie B e del campionato Interregionale” – si legge nella nota della Figc – “E’ opportuno che la Federazione, nell’ambito del progetto già avviato di sviluppo del calcio femminile assuma, attraverso l’inquadramento della Divisione Calcio Femminile, il ruolo di organizzatore dei campionati nazionali di serie A e B”. “Delibera quindi di inquadrare, dalla stagione 2018/2019 – continua il comunicato -, la Divisione Calcio Femminile, per le attività del Dipartimento Calcio Femminile, nella Figc”.

Questo l’aspro commento di Cosimo Sibilia, presidente della Lnd: “Con questo provvedimento la Figc si assume una grave responsabilità nei confronti della Lega Nazionale Dilettanti, che da anni è impegnata sul campo per la valorizzazione del calcio femminile. Siamo di fronte ad un’imposizione, calata dall’alto, senza alcun confronto – prosegue Sibilia – A breve la Lnd riunirà i propri organismi per le eventuali azioni nelle sedi opportune. Io mi auguro che molto presto un’assemblea elettiva possa chiudere questa gestione commissariale e restituire alla Federazione un Presidente e un Consiglio con pieni poteri, che valutino di revocare questa e altre decisioni infelici”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy