Cassia resta sulla panchina del Tavagnacco

Cassia resta sulla panchina del Tavagnacco

Contratto di 1 anno per il 55enne di Cervignano del Friuli, che ha voglia di mettersi alla prova con il calcio femminile partendo dall’inizio della stagione

Commenta per primo!

Amedeo Cassia resta sulla panchina del Tavagnacco. Il 55enne di Cervignano del Friuli, dopo la breve parentesi della scorsa stagione (ha guidato la formazione friulana nelle ultime tre partite) ha scelto di restare, firmando un contratto di un anno. In questo modo avrà la possibilità di gestire la preparazione della squadra e di plasmarla secondo la sua filosofia di calcio in vista del prossimo Campionato di serie A femminile, che partirà il primo ottobre. Prima, però, ci sarà la Coppa Italia, al via già il 28 agosto. Ecco perché mister Cassia ha dato appuntamento alle giocatrici (il ds Francesco Pravisani è al lavoro per la composizione della nuova squadra) il 16 agosto per il primo allenamento.

Ovviamente soddisfatto per l’accordo raggiunto con il Tavagnacco, Cassia non vede l’ora di mettersi alla prova con il calcio in rosa. «Sono contento perché già alla fine della scorsa stagione avevo manifestato la mia intenzione di rimanere su questa panchina. Mi è piaciuto molto il gruppo di calciatrici, il suo modo di lavorare e di partecipare in maniera attiva agli allenamenti. Credo che ci sia un terreno molto fertile per crescere e fare delle cose positive».
Cassia ha scelto Tavagnacco anche per trovare nuovi stimoli: «Nonostante le offerte dal mondo maschile – ha aggiunto – ho preferito tentare la strada del calcio femminile. Mi affascina questo movimento e ho intenzione di scoprire fino a dove posso arrivare mettendo in pratica le mie idee di calcio».

In questa fase di mercato, le avversarie di sempre, Brescia, Verona e Fiorentina, si stanno rafforzando. Ma Cassia è certo che il Tavagnacco potrà essere competitivo: «Il nostro mercato è in evoluzione: vediamo come ci muoveremo nelle prossime settimane. Credo che con un paio di elementi di esperienza potremo dire la nostra nella prossima stagione. Certo, ci saranno molte giovani, e la mia intenzione è quella di cambiare molte cose nel modo di giocare, ma sono ottimista. Ci vorrà pazienza, soprattutto all’inizio, ma il lavoro darà i suoi frutti, ne sono convinto».
Se Cassia, lo scorso campionato, è arrivato in punta di piedi al Tavagnacco, senza grosse rivoluzioni (contro Brescia, Mozzanica e Vittorio Veneto ha collezionato una sconfitta, una vittoria e un pareggio), quest’anno, partendo dall’inizio, ha intenzione di trasmettere alle giocatrici la propria filosofia di calcio. «Proverò a creare una squadra a mia immagine e somiglianza – ha assicurato –. Il mio obiettivo è dare maggiore organizzazione al Tavagnacco, impartendo alle ragazze alcune nozioni di tattica. Avrò a che fare con un gruppo di carattere e desideroso di apprendere: ecco perché sono convinto che potremo fare bene».

Un primo risultato, Cassia, l’ha già portato a casa.  Essere accolto a braccia aperte dalle senatrici del Tavagnacco, che hanno apprezzato sia il lavoro svolto nelle ultime tre partite della scorsa stagione, sia l’atteggiamento tenuto dal nuovo allenatore. In bocca al lupo, mister!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy