La grinta di Peressotti: «Mi riprenderò il Tavagnacco»

La grinta di Peressotti: «Mi riprenderò il Tavagnacco»

La gemonese rientra dopo un anno di infortunio e ha intenzione di tornare a essere titolare fin dalle prime partite

Commenta per primo!

Dopo un anno fuori per infortunio, ha voglia di riprendersi il Tavagnacco e la Nazionale. Nicole Peressotti, difensore di Gemona, classe 1998, è carica in vista della nuova stagione. Si è già rimessa al lavoro per farsi trovare pronta alla ripresa degli allenamenti, prevista per il 16 agosto. Dovrà convincere mister Amedeo Cassia a schierarla da titolare.

Nicole, come stai?
«Fisicamente sto bene, mentalmente ci sono. Ho già ripreso a correre e ad allenarmi: quest’estate mi sono fermata solo per due settimane».
Dopo una stagione ai box hai voglia di ricominciare?
«Ho una grande voglia di giocare e di rimettermi in gioco. La prossima sarà una stagione importante per me, nella quale ho intenzione di ritrovare la vecchia me stessa. Con il Tavagnacco non ho giocato in Campionato, ma ho partecipato a due raduni della Nazionale e alle fasi nazionali con la Primavera, e le conferme che ho avuto dal mio fisico sono state positive».
Quali sono i tuoi obiettivi?
«Innanzitutto conquistarmi il posto in squadra con il Tavagnacco, poi se riuscirò a fare bene, anche quello in Nazionale. Sono gli ultimi anni con la selezione Under19 e ci tengo a fare bene».
La scorsa stagione hai avuto modo di conoscere mister Cassia. Che impressione ti sei fatta?
«Tre settimane sono poche per conoscere veramente un mister. Però tatticamente mi è sembrato molto preparato. Credo abbia carattere, quello che ci è mancato la scorsa stagione. Sono convinta che saprà tirare fuori il meglio di noi».
Sei molto legata ad Alice Parisi. Sei dispiaciuta per il suo trasferimento a Firenze?
«Certamente, Alice è sempre stata una dei miei idoli calcistici, e anche a livello umano è una delle persone con cui ho stretto di più insieme a Paola Brumana. Sono contenta per lei e le auguro il meglio: la Fiorentina, per ora, è l’unica squadra in Italia che di avvicina di più al mondo professionistico».
Cosa ti aspetti dalla nuova stagione?
«C’è tanto entusiasmo in squadra e credo che le più giovani sapranno fare gruppo con le giocatrici di maggior esperienza, portando allegria e spensieratezza. Ho parlato con molte delle mie compagna e la voglia di giocare è tanta: sono convinta che ce la metteremo tutta e che proveremo a vincerle tutte. Poi vedremo quale sarà il responso del campo».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy