Beach Soccer: A Lignano si laurea Campione d’Italia Terracina

Beach Soccer: A Lignano si laurea Campione d’Italia Terracina

Commenta per primo!

La finale della Serie A Beretta, giocata alla Dolomia Beach Arena di Lignano Sabbiadoro tra Viareggio e Terracina, è stata più di una sfida sportiva, è stata qualcosa che va oltre, ai confini delle emozioni. Lo scudetto del Campionato FIGC-LND se l’è aggiudicato Terracina battendo il Viareggio per 7-4, lo stesso risultato della finale Scudetto del 2012. A volte il destino è beffardo, comunque sia i tigrotti si prendono il loro terzo scudetto dopo quelli del 2011 e 2012 e con nove trofei diventano il club più titolato d’Italia insieme a Milano.
La squadra di Emiliano Del Duca è stata brava a coniugare la pazienza del ragno e la rapidità dello scorpione sopperendo con il gruppo all’assenza di Frainetti infortunatosi in semifinale. I viareggini sono arrivati a un passo dal loro primo scudetto ma come nel 2012 non sono riusciti ad essere concentrati per tutta la partita. Per due terzi della gara il Viareggio è rimasto in scia al Terracina poi nel terzo tempo ha prevalso il cinismo e il sangue freddo dei pontini. Il Terracina ha mostrato ancora una volta il suo marchio di fabbrica, concentrazione massima, rabbia e ferocia agonistica condita dalle giocate dei singoli. In campo c’erano ben otto azzurri, ed al di là del risultato è un’ottima notizia per il Beach Soccer italiano.
A consegnare il trofeo nelle mani di Angelo D’Amico, capitano dei pontini, ci ha pensato Maurizio Minetti, coordinatore del Dipartimento Beach Soccer della LND, insieme a Vico Meroi, vice sindaco della Città di Lignano Sabbiadoro. “L’evento di Lignano Sabbiadoro è un autentico manifesto del beach soccer – ha dichiarato Minetti – dalla qualità del gioco a quella dell’organizzazione. La Lega Nazionale Dilettanti, attraverso le attività del suo Dipartimento, si conferma una vera eccellenza nel panorama internazionale di questa entusiasmante disciplina. Vorrei ringraziare i partner della stagione ed il team della LND che ha lavorato con passione alla migliore riuscita di tutte le tappe del campionato”.

Presenti all’epilogo della Serie A Beretta 2015 il presidente del Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia Gianni Toffoletto accompagnato dal suo vice Ermes Canciani, i componenti del Dipatimento Beach Soccer Antonio Mazzetto e Ferdinando Arcopinto (membro della Commissione FIFA per il beach soccer). A consegnare un riconoscimento agli arbitri che hanno diretto la finale c’era Carlo Taverna, ex arbitro della CAN BS ed oggi componente del CRA Friuli Venezia Giulia dell’AIA. Premiati alla fine anche i migliori beacher del campionato: la palma di miglior giocatore è andata a Paolo Palmacci del Terracina mentre quella del miglior portiere è stata assegnata ad Andrea Carpita del Viareggio. Catania, oltre al terzo posto, si consola con il capocannoniere della Serie A, Raffaele Ortolini.
Le Final Eight hanno premiato chi ha costruito un gruppo nel corso degli anni arricchendolo con innesti mirati. Ormai nel Beach Soccer FIGC-LND per fare la differenza a certi livelli un sodalizio deve avere un’anima. Emiliano Del Duca, Stefano Santini e Oliviero Di Lorenzo da quasi due lustri conducono le rispettive squadre puntando su un nucleo solido che nei momenti cruciali fa sempre la differenza. L’Happy Car Sambenedettese ha vinto qui a Lignano la Supercoppa 2015 replicando il successo del 2014, l’ultimo scudetto e la Coppa del 2013.
Il terzo posto se l’è preso con forza il Catania eguagliando il traguardo del 2012. Risultato mai in discussione con l’Happy Car Sambenedettese che ha cercato di riaprire la partita in diverse circostanze ma non c’è riuscita. E’ vero, Catania non vince dal 2008, ha perso tante finali ma sta costruendo un collettivo a cui manca poco per fare il definitivo salto di qualità. Non è un caso se il nuovo acquisto Raffaele Ortolini si è laureato capocannoniere della Serie A con 18 reti segnate. L’Happy Car Sambenedettese può ritenersi soddisfatta, ha alzato il suo quarto trofeo consecutivo negli ultimi tre anni.
Andando a guardare gli ultimi risultati e la griglia finale come sempre il Beach Soccer ha riservato sorprese anche in coda al film del campionato. Il Catanzaro dopo due anni di attesa ha sfruttato al meglio queste Final Eight battendo a sorpresa l’Anxur. La squadra di Luigi Vavalà ha messo in mostra giovani interessanti ed ha centrato il 5^ posto come nel 2012. L’Anxur nonostante sia finita lontana dalla 4^ piazza della scorsa stagione ha dimostrato che si può far crescere un gruppo italiano e autoctono salendo gradino dopo gradino grazie anche all’apporto di stranieri di qualità. L’altra sorpresa è il Lamezia che alla sua prima partecipazione alla fase finale è riuscita a battere l’Ecosistem Futura Energia Catanzaro (non ci riusciva dal 2011), prendersi un bel 7^ posto e il premio Fair Play andato al patron portiere Salvatore D’Augello. I calabresi, nonostante non abbiano migliorato il piazzamento dello scorso anno, possono ritenersi soddisfatti per le prestazioni dei beachers cresciuti in casa.
Queste finali hanno esaltato non solo i giocatori più in vista ma anche quelli che spesso sono lontano dai riflettori ma non per questo meno importanti per i club. I due bomber di questo campionato sono stati bravi a sfruttare l’impegno con la nazionale italiana dei compagni di squadra. Jackie Valenti (Viareggio) ha giocato forse la sua miglior stagione in assoluto, stesso discorso per Raffaele Ortolini (Catania). Il giovane classe ’92 Giovanni Savarese (Anxur) ha disputato tutto il torneo su ottimi livelli. Accanto ai giocatori italiani gli stranieri non sono stati da meno come il giovane brasiliano Nelito e il pluridecorato beacher verdeoro Andre (Samb).
Le star sono state quelle di sempre con gli attaccanti azzurri Gabriele Gori (Viareggio), Emmanuele Zurlo (Catania) e Paolo Palmacci (Terracina) su tutti. Sempre tra gli italiani sugli scudi il capitano della nazionale Francesco Corosiniti (Terracina). Fondamentale l’apporto dei portieri Stefano Spada, Andrea Carpita e Simone Del Mestre che in questo sport spesso e volentieri fanno la differenza. Dario Ramacciotti, Simone Marinai e Michele Di Palma (Viareggio) hanno confermato la loro forza così come Alessio Frainetti, i fratelli Olleja e Pasquale Carotenuto (Terracina). Franco Palma, William Carotenuto, Felice Pastore e Salvatore Di Maio (Happy Car Sambenedettese), si sono confermati su livelli alti, in crescita anche il giovane Luca Addarii (Samb). Giuseppe Platania e Pietro Palazzolo (Catania) hanno trascinato gli etnei. Dietro i nomi più altisonanti crescono De Lorenzo (Barletta), Salvadori (Livorno), Randis (Canalicchio), Perciamontani e Scalese (Lamezia), Remedi e Mirko Marrucci (Pisa), Simonelli e Altobelli (Anxur), Miceli e Palumbo (Catanzaro), Bassi De Masi (Ecosistem Futura Energia Cz).
Capitolo stranieri, nonostante la crescita degli italiani i migliori beachers provenienti da tutto il mondo hanno arricchito la Serie A rendendola ancora una volta il campionato più bello e impegnativo del panorama internazionale. I portoghesi campioni del Mondo Jordan e Bruno Novo (Samb) hanno infiammato la sabbia di Lignano Sabbiadoro. I brasiliani Ddì, Rafael (solo nelle finali), Rodrigo e Gabriel hanno confermato che la scuola verdeoro è ancora quella da prendere come esempio. Ma non dobbiamo dimenticare gli altri nazionali Francois (Francia), El Hadaoui (Marocco), Nico e Torres (Spagna) che sono stati i punti di riferimento per Terracina, Catania e Anxur. Si sono visti bagliori abbacinanti dal brasiliano Bernardo (Catanzaro), lo svizzero Ott (Pisa), il senegalese Bafode (Ecosistem Cz), i verdeoro del Milano Leo e Eudin, il portoghese campione del Mondo Alan (Catanzaro).
Grande copertura mediatica per la Final Eight, a cominciare dalla partecipazione di Rai Sport che ha ripreso in diretta ben quattro partite. Oltre alla Supercoppa sono andate in onda le semifinali del campionato (sabato 8 agosto dalle ore 17.00) e la Finale (domenica 9 agosto alle ore 18.00). Chi si è perso le semifinali potrà godersi le numerose repliche su entrambi i canali RaiSport.
E non è finita perché le partite dei Quarti di Finale sono state trasmesse diretta streaming sul sito web Ufficiale della Lega Nazionale Dilettanti alla pagina www.lnd.it/beachsoccer .Per chi si è perso le sfide potrà rivederle cliccando su livestream.com/mixim-tv/BeachSoccer.
Il successo dell’evento finale è stato possibile grazie alla collaudata organizzazione di APD Ludos, da anni partner della LND nella costruzione dei suoi eventi sulla sabbia, guidata dal presidente Eddy Paschetto e da Ernestino Glerean. Determinante, come sempre, per la riuscita delle manifestazioni il supporto della Regione Friuli Venezia Giulia e del suo assessorato allo sport, della Città di Lignano Sabbiadoro e della Lignano Sabbiadoro Gestioni che ha messo a disposizione l’area dove è sorta la Dolomia Beach Arena.

Uno spazio che non esaurirà le sue attività con le Finali Scudetto. A cominciare dall’Academy Family Day, in programma il 13 e 14 agosto, organizzato in collaborazione con l’Udinese che trasformerà l’arena di Lungomare Trieste (Ufficio 7) in un laboratorio nel quale i genitori si cimenteranno negli allenamenti insieme ai propri figli, sotto gli occhi attenti degli istruttori del club bianconero. Un appuntamento che conferma il grande spirito di collaborazione tra tutte le anime del calcio della regione, dalla Serie A ai campionati regionali grazie anche al costante e proficuo dialogo con il CR Friuli Venezia Giulia presieduto da Gianni Toffoletto.
Albo D’Oro Campionato
2004: Cavalieri del Mare; 2005: Cavalieri del Mare; 2006: Milano; 2007: Milano; 2001)8: Catania; 2009: Napoli; 2010 Milano; 2011 Terracina; 2012 Terracina; 2013 Milano ; 2014 Happy Car Sambenedettese; 2015 Terracina

RISULTATI

Venerdì 7 agosto
Quarti di Finale Serie A Beretta
Terracina-Lamezia Terme 4-2
Catanzaro-Happy Car Sambenedettese 2-5
Viareggio-Ecosistem Futura Energia Catanzaro 5-1
Catania-Anxur Trenza 5-2

Sabato 8 agosto
Semifinali 5/8 posto Serie A
Lamezia – Anxur 2-3
Catanzaro – Ecosistem Futura Energia Catanzaro 6-4 dtr (3-3)
Semifinali 1/4 posto Serie A
Happy Car Sambenedettese – Viareggio 2-3
Terracina – Catania 5-4

Domenica 9 agosto
Finali 3/8 posto Serie A
Finale 7/8 posto – Lamezia Terme – Ecosistem Futura Energia Catanzaro 5-3 dtr (2-2)
Finale 5/6 posto – Anxur – Catanzaro 3-4
Finale 3/4 posto – Happy Car Sambenedettese – Catania 2-5
Finale Scudetto
Viareggio – Terracina 4-7

LA CLASSIFICA MARCATORI
18 gol: Ortolini (Catania)
14 gol: Valenti (Viareggio)
13 gol: Savarese (Anxur)
12 gol: Rodrigo (Catania)
10 gol: De Lorenzo (Barletta)
9 gol: Bernardo (Catanzaro), Zurlo (Catania), Perciamontani (Lamezia), Salvadori (Livorno), Palmacci (Terracina), Gori (Viareggio)
8 gol: Randis (Canalicchio Ct), Remedi (Pisa), Nelito, Andre (Samb)
7 gol: Torres (Anxur), Maci (Ecosistem Futura Energia Cz), Marrucci Mi. (Pisa)
6 gol: Simonelli (Anxur), Colella (Barletta), Bonanno (Catanese), Miceli (Catanzaro), Bafode (Ecosistem Futura Energia Cz), Scalese, Mascaro (Lamezia), Ott (Pisa), Marinai Si. (Viareggio)
5 gol: Palazzolo (Catania), Palumbo (Catanzaro), Bassi De Masi (Ecosistem Futura Energia Cz), Leo (Milano), Jordan (Samb), Perera, El Hadaoui, Olleja S., Ddì (Terracina), Rafael (Viareggio)
4 gol: Venerelli (Anxur), Mongelli (Canalicchio Ct), Zagami, Ilardo (Catanese), Alan, Reyder (Catanzaro), Miguel, Maradona J. (Catania), Mercuri (Lamezia), Chiky, Pacini (Livorno), Eudin, Ahmed, Maiorano (Milano), Marazza (Samb), Marinai Ste. (Viareggio), Ietri (Villafranca)
3 gol Altobelli, Duarte (Anxur), Digiorgio, Calabrese (Barletta), Chiavaro, Li Pak Ling (Canalicchio), Ardizzone (Catanese), Nico (Catania), Mauro (Catanzaro), Notaris (Lamezia), Addarii, Palma, Bruno Novo (Samb), Meier (Udinese), Olleja M., Francois, Carotenuto (Terracina), Clocchiatti, Taviani (Udinese), Casarsa (Villafranca)
2 gol: Fontana, Traccitto, Renzi, Lucio Carmo (Anxur), Persia, Zingrillo (Barletta), Porto (Canalicchio), Grasso, Campanella, Missale (Catanese), Amarelle, Fred, Gabriel, Platania (Catania), Vasile (Catanzaro), Domenici, Di Marco (Livorno), Soria, Polastri, Campolongo (Milano), Battini, Di Tullio (Pisa), Pastore (Samb), Mucciarelli, Corosiniti (Terracina), Russo, Michelin (Udinese), Costa Da Silva, Venuti, D’Onofrio, Germanò (Villafranca), Day, Pacini, Di Palma, Ramacciotti, Carpita (Viareggio), D’Onofrio, Germanò (Villafranca)
1 gol: Minchella, Opromolla (Anxur), Sguera (Barletta), Wan Chao, Nicotra (Canalicchio Ct), Tedeschi, Sciuto, Zingales (Catanese), Van Gessel, Fumagalli, Bosco (Catania), Fiorentino, Caturano, Margiotta, Vasile, Cosentino (Catanzaro), Sabatino, Gregoraci, Morabito, Procopio, Staffa, Mercurio D. (Ecosistem Futura Energia Cz), Muraca, Curcio, Gallo, Coscarelli (Lamezia Terme), De Giulli, Razzauti (Livorno), Zambelli, Condorelli, Ceriani, Grassi, Anderson (Milano), Bonadies, Papastathopoulos, Morgè, Cintas, Marrucci Ma. (Pisa), Di Maio, Donini (Samb), Stankovic, Frainetti (Terracina), Amorese, Leghissa (Udinese), Paterniti, Murador, Bruno (Villafranca), Genovali (Viareggio)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy