Calcio Femminile: La Graphistudio spaventa il Verona

Calcio Femminile: La Graphistudio spaventa il Verona

Alla fine vince il Verona. Ma la Graphistudio, che interrompe la serie di cinque vittorie di fila, gioca una grande gara, riesce a limitare le bocche da fuoco veronesi e cede soltanto per due amnesie difensive, che armano il sinistro di Sipos. A causa delle assenze di Brumana e Peressotti, Di Filippo disegna un 4 – 1 – 4 – 1, con Tuttino schermo protettivo davanti alla difesa: la nuova disposizione tattica crea seri problemi alla capolista. La squadra è compatta: le ripartenze, anche se non letali, sono comunque efficaci. Al 4’ primo tentativo di Tuttino, che impegna Ohrstrom da fuori area. Al 5’ ci prova Bonetti di testa: alto sulla traversa. Rischio Graphistudio al 20’: numero di Bonetti, Panico sta per battere a rete ma Martinelli salva in corner. Replica friulana al 24’: Del Stabile difende e lavora un prezioso pallone e serve Camporese, il cui destro è deviato da Ohrstrom. Non è felice, invece, Parisi su punizione dal limite al 26’: il tranciante si perde sul fondo. Al 32’ torna a farsi vivo il Verona: il colpo di testa di Carissimi è però impreciso. Al 34’ ancora le ospiti insidiose per via aerea: Panico però trova puntuale Copetti. Il portiere di casa respinge, poi, a stretto giro di posta una conclusione di Gabbiadini. Al 39’ Camporese si divora una rete già fatta: su millimetrico passaggio di Parisi, la patavina tenta lo “scavetto” ma la magia non riesce. NV9K0869La ripresa (minuto 7) si apre con un colpo di testa di Zuliani che muore a lato. Al 14’ il Verona passa: la difesa di casa non è perfettamente piazzata, cosi Sipos riceva e scarica un sinistro rasoterra, in diagonale, imparabile per Copetti. Al 23’ Panico spara a colpo sicuro: la palla sfiora il palo. Al 28’ Camporese prova a sorprendere Ohrstrom, ma il portiere blocca a terra. Al 33’ ecco il raddoppio del Verona: è ancora Sipos, ancora una volta dimenticata dalla difesa di casa, a battere Copetti con una “legnata” mancina. Al 42’ un rasoterra di Tuttino sfiora il palo: è l’ultima emozione di una gara di alto livello, grande spot per il calcio femminile. GRAPHISTUDIO – VERONA 0 – 2 RETI: 14st e 33st Sipos. GRAPHISTUDIO: Copetti, Cecotti, Pochero (35st Frizza), Tuttino, Bissoli, Martinelli, Zuliani (26st Lauriola), Parisi, Del Stabile, Sardu, Camporese. Allenatrice: Sara Di Filippo. A disposizione: Blancuzzi, Blarzino, Federica Veritti, Minutello, Sara Veritti. VERONA: Ohrstrom, Squizzato, Ledri, Carissimi, Fuselli, Di Criscio (42st Marconi), Bonetti (39st Baldo), Gabbiadini, Panico, Gelmetti (9st Ramera), Sipos. Allenatore: Renato Longega. A disposizione: Toniolo. ARBITRO: Armando Ongarato di Castelfranco Veneto. Assistenti Anna Bearzotti di Udine e Donato De Caprio di Cervignano. AMMONITE: Ledri. NOTE: Cielo nuvoloso, terreno in buone condizioni, spettatori 250. Calci d’angolo 5- 3 per il Verona. GLI ALTRI RISULTATI: Como – Orobica 2 – 2, Firenze – Brescia 1 – 5, Res Roma – Cuneo 1 – 0, San Zaccaria – Pink Bari 5 – 1, Pordenone – Riviera di Romagna 1 – 1 e Mozzanica – Torres 4 – 2. LA CLASSIFICA: Verona punti 61, Brescia 60, Mozzanica 53, Graphistudio 46, Firenze 45, Torres 41, Res Roma 35, Riviera di Romagna 29, San Zaccaria 27, Cuneo 21, Como 18, Pink Bari e Pordenone 15, Orobica 8. Ufficio Stampa Graphistudio Tavagnacco

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy