Coppa Italia: Il Tavagnacco cede col Brescia, 4-0

Coppa Italia: Il Tavagnacco cede col Brescia, 4-0

La Graphistudio lascia la Coppa Italia in ottime mani. Nella finale di Abano Terme le gialloblu provano a stuzzicare il Brescia, ma la “Leonesse” (con ben sette nazionali nel motore) graffiano quattro volte e portano a casa il trofeo. Sulla coscienza della formazione di Sara Di Filippo un paio di errori letali sulla prima e sulla terza rete ma, nel complesso, ha (stra) vinto la squadra più forte. Nelle quattro sfide stagionali, infatti, la corazzata di Milena Bertolini ha sempre avuto la meglio sulle friulane. Pronti via ed è subito Brescia. Al 4’, però, la Graphistudio ha una buona occasione, ma il destro dal limite di Cecotti è strozzato e non preoccupa Marchitelli. Dopo soli 2’ dopo scatta la legge di Sabatino – killer storico del Tavagnacco – la quale fugge su filo del fuorigioco e scavalca Blancuzzi con un pallonetto. All’11’ ancora Cecotti al poligono ma, stavolta, il diagonale si infrange clamorosamente sul palo. Al 14’ Alborghetti, dalla distanza, impegna Blancuzzi. Al 20’ nuovo “test” per il portiere gialloblu, su destraccio di Nasuti. Al 27’ il raddoppio del Brescia; corner di Cernoia, difesa immobile e Girelli gonfia la rete. La Graphistudio non riesce a costruire nulla di apprezzabile e, al 40’, lo stesso numero dieci fallisce il terzo bersaglio, dopo travolgente azione di Bonansea. Al 42’, infine, Blancuzzi mette una pezza sullo scatenato undici biancazzurro.NV9K3064 Schieramenti immutati anche dopo il riposo. Dopo due angoli consecutivi, al 5’ Cernoia prova la deviazione mancina alzando un pò troppo la mira. Al quarto d’ora Brumana tenta il suo consueto destro a giro: palla a lato. E mentre Del Stabile subentra a Tuttino, al 18’ la gara va in archivio: palla malamente persa in uscita dalla difesa della Graphistudio, Rosucci supera Blancuzzi e deposita in rete. Al 22’ l’estremo friulano si immola su Bonansea; poi tocca a Brumana scaricare un destro dal limite: alto di poco. Al 28’ Bonansea accarezza il poker, ma il tiro svernicia la traversa. Alla mezzora Di Filippo concede l’ esordio assoluto in casacca gialloblu a Mensah, che rileva Frizza. Prima del triplice fischio battesimo pure per Minutello, mentre l’”ingrata” Marchitelli non concede nemmeno il gol della bandiera a Brumana, ultima ad arrendersi. Infine, al 48’, Tarenzi cala il poker. Ma non è ancora finita. Durante la cerimonia di premiazione, ecco l’inatteso blitz: sostituendosi alle autorità federali ancora in carica, infatti, Parisi e Brumana consegnano coppa e medaglie alle avversarie…   BRESCIA – GRAPHISTUDIO 4 – 0 RETI: 6pt Sabatino, 27pt Girelli, 18st Rosucci, 48st Tarenzi BRESCIA: Marchitelli, Nasuti, D’Adda (33st Karlsson), Zizioli, Linari, Rosucci, Cernoia, Alborghetti, Sabatino (23st Tarenzi), Girelli (36st Costi), Bonansea. Allenatrice: Bertolini. A disposizione: Caesar, Boattin, Prost, Zanoletti. GRAPHISTUDIO: Blancuzzi, Pochero, Bissoli, Martinelli, Frizza (30st Mensah), Tuttino (16st Del Stabile), Parisi, Zuliani (44st Minutello) Cecotti, Brumana, Lauriola. Allenatrice: Di Filippo. A disposizione: Copetti, F. Veritti, Blarzino, S. Veritti. ARBITRO: Ilaria Bianchini di Terni. AMMONITE: Zizioli, Parisi, Pochero. NOTE: pomeriggio uggioso, terreno scivoloso, spettatori 500. Calci d’angolo 8 – 0 per il Brescia. [youtube youtubeurl=”odb9ZC5sWKo” ][/youtube] Ufficio Stampa Graphistudio Tavagnacco

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy