Derby pro Marangone, parata di stelle a Mortegliano

Derby pro Marangone, parata di stelle a Mortegliano

Oggi è stata presentata la settima edizione della gara amichevole tra i campioni ed ex bianconeri e la squadra che si aggiudicherà il 3° Torneo Open. Appuntamento il 31 maggio

Manca poco più di un mese a uno degli eventi benefico-sportivi più importanti della regione. Mercoledì 31 maggio sui campi del centro sportivo di Mortegliano, infatti, si giocherà il settimo Derby pro Stefano Marangone, ex calciatore affetto da Sla. La manifestazione è stata presentata questa mattina nel Salone del Popolo del Comune di Udine.

E’ un onore ospitare questa conferenza proprio qui – le parole del primo cittadino Furio Honsell -. La sola presenza di Stefano Marangone rappresenta un registro di significato ulteriore a ciò che stiamo facendo. Dà la misura di cosa significa l’impegno civile, di come poter essere vicini alle persone che soffrono e di non lasciare indietro nessuno. Il calcio è la cosa più globale di questo mondo ma spesso l’attenzione viene rivolta soltanto a coloro che raggiungono certi traguardi. Uno degli impegni etici più importanti, invece, è di non lasciare indietro nessuno. Il benessere dei soggetti più fragili ha ricadute positive su tutti. Le società dove c’è il benessere condiviso sono le società più sane. Riconoscente a Stefano Marangone e alla sua signora, Paola Ecoretti, per la battaglia che stanno portando avanti“.

Nel corso della presentazione, condotta da Alice Mattelloni di Udinese Tv, è intervenuto anche l’assessore alle Attività produttive Alessandro Venanzi: “In queste occasioni si porta l’attenzione non solo sulla malattia, ma sui temi legati allo sport che sono meno noti”.

E non poteva mancare mister Massimo Giacomini che, come da tradizione, sarà l’allenatore delle Stelle Bianconere che scenderanno in campo il 31 maggio: “Sono orgoglioso di essere qui, Paola sta facendo cose straordinarie. In occasione della gara 31 maggi parteciperanno molti nomi noti nell’ambiente bianconero e ci saranno anche alcuni giocatori in attività. Nessuno si è mai tirato indietro. Per noi si tratta di un avvenimento estremamente importante. Al termine dell’incontro, poi, si terrà l’asta di diverse maglie molto prestigiose. Non mi resta che dare appuntamento a tutti per il 31 maggio a Mortegliano“.

Un ringraziamento speciale è arrivato da Paola Ecoretti, la moglie di Stefano: “Trovare delle persone che facciano del bene senza secondi fini è difficilissimo, ma ci siamo riusciti. Grazie a questi eventi riusciamo ad avere un’esistenza dignitosa, cosa che lo Stato non garantisce. Da alcuni anni sono diventata consigliere del Comitato 16 Novembre, nato non solo per  supportare le famiglie dei malati affetti da Sla, ma anche per le altre patologie che richiedono assistenza continua per 24 ore al giorno. Noi vogliamo avere la possibilità di avere l’assistenza domiciliare reperendo il denaro che lo Stato dovrebbe fornire, ma che invece non c’è. Ringraziamo chi ci permette di riuscire a raggiungere il nostro obiettivo. Fortunatamente Stefano ha la stanza con tutti i comfort, è curato, assistito con amore e questo gli ha consentito di riuscire ad avere una longevità oltre la media“.

Rosa. Salvo concomitanza di altri eventi sportivi, faranno parte delle Stelle Bianconere di mister Giacomini: Ametrano, Barreto, Bertotto, Birtig, Brkic, Brunner, Calori, Cinello, De Agostini, Fanna, Felipe, Lazzari, Louhenapessy, Lugnan, Marcon, Marino, Miano, Alessandro Orlando, Pellegrini, Peressutti, Pinzi, Poggi, Pradella. A questi si aggiunge una delegazione di Inter Forever composta da Milanese, Paganin e Angelo Orlando. Gli sfidanti saranno i vincitori del 3° Torneo Open 7+1 in programma il 27 maggio.

Maglie. Al termine del Derby verranno battute all’asta alcune maglie di grandissimo valore. Questo l’elenco nel dettaglio: maglia della Nazionale di Giacinto Facchetti indossata nelle qualificazioni ai Mondiali di Argentina del 1978 donata dal figlio Gianfelice; le maglie degli interisti Mauro Icardi (donata da Inter Forever tramite il project manager Francesco Toldo) e Samir Handanovic; dei biancocelesti Dusan Basta e Ciro Immobile; degli juventini Gonzalo Higuain, Leonardo Bonucci (donate dal tecnico Maurizio Trombetta) e Claudio Marchisio (donata da Vitor Barreto); la maglia dell’Universidad de Chile di David Pizarro; la maglia del Besiktas e gli scarpini di Gokhan Inler; la maglia del Paok Salonicco di Zeljko Brkic; la maglia della Spal di Alex Meret; dei bianconeri Felipe e Cyril Thereau; e la maglia del Torino di Vitor Barreto. Lo scorso anno tra i proventi raccolti durante il derby, l’asta delle maglie e il chiosco sono stati raccolti 9mila euro. L’organizzazione si augura di bissare e magari migliorare tale importante cifra.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy