Domizzi e il Venezia all’esame Pordenone

Domizzi e il Venezia all’esame Pordenone

Il Pordenone ospita il Venezia per una sfida stellare: anche tra bombe Arma e Domizzi

Commenta per primo!

Maurizio Domizzi di esperienza ne ha da vendere, ora però è atteso a fermare un’Arma ‘micidiale’. Si tratta di Rachid, bomber del Pordenone che ospiterà il Venezia: «Ci proveremo, lui come gli altri – afferma a Il Gazzettino -. Come difensori ci siamo tutti, vedremo chi giocherà».
È soprattutto l’attacco neroverde che impressiona?
«No, è tutta la squadra, perché sta confermando quanto di buono aveva fatto lo scorso campionato. Non era stato casuale e giustamente adesso c’è tanto entusiasmo».
Lei è passato dall’Udinese al Venezia e sabato sera si troverà nella tappa a metà strada. Cosa ha lasciato e cosa ha trovato?
«A Venezia ho trovato quel che cercavo. La scelta l’avevo fatta già a giugno, dopo aver parlato con il direttore Perinetti e il presidente Tacopina, senza aspettare serie A o B. Cercavo lo stimolo, che al primo incontro ho trovato».
Che importanza ha allora il confronto di sabato sera al Bottecchia?
«È importante soprattutto a livello psicologico, più che numerico. Siamo ancora tutti attaccati. Chi vincesse non arriverebbe primo e nemmeno il contrario. Il risultato darà consapevolezza interiore».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy