Il Pordenone sa solo vincere: settima vittoria consecutiva

Il Pordenone sa solo vincere: settima vittoria consecutiva

Il Pordenone è tra le più belle squadre dei professionisti. 2-0 alla Cremonese di Rossitto allo Zini. Tedino maestro di bel calcio e di gestione del gruppo.

Commenta per primo!

Il Pordenone sa solo vincere. Settimo sigillo in un campo difficilissimo come quello della Cremonese targata Rossitto.
Ma i Ramarri di Tedino sono belli e spietati e hanno acquisto una sicurezza tale che rendono il loro gioco il migliore della categoria senz’altro, ma anche migliore forse di qualche squadra di A.

Nonostante alcune assenza, la forza di questa squadra è che tutti riescono a dare il 190 per cento: il merito va a Maestro Tedino, friulano che insegna calcio, ma che ha anche la conoscenza determinante nel calcio di come si gestisce un gruppo motivandolo al meglio.

Dopo un avvio equilibrato al 27′ il vantaggio: punizione di Pederzoli dalla destra che arriva sui piedi di Cattaneo. Dribbling su un avversario e tiro: palla ribattuta. Mandorlini (su di lui il fallo della punizione) la recupera e la tocca per Cattaneo: il fantasista del Pordenone si presenta davanti a Ravaglia e lo fredda. Terzo centro in campionato per “Veleno”!

Il Pordenone accelera, al 47′  rigore per il Pordenone: fallo su Strizzolo. Primo penalty della stagione. Capitan Stefani si incarica della battuta e non sbaglia. Primo centro in campionato per il difensore.

Nella ripresa la Cremonese tenta di rimontare, ma è tramortita e i neroverdi controllano con maturità.
Un grandissimo Pordenone quindi vince in casa della Cremonese. Secondo posto solitario, a -4 dalla vetta, in attesa degli impegni di FeralpiSalò (lunedì) e Cittadella (oggi)

 

Cremonese-Pordenone 0-2

GOL: pt 27′ Cattaneo, 47′ Stefani (rig.).

CREMONESE (4-3-3): Ravaglia; Gambaretti, Briganti (pt 27′ Russo), Marconi, Bianco (st 33′ Crialese); Scarsella (st 33′ Magnaghi), Pesce, Suciu; Maiorino, Brighenti, Sansovini. A disp.: Aiolfi, Guglielmotti, Bianchi, Zullo, Ciccone, Rosso, Pacilli, Formiconi. All. Rossitto.
PORDENONE (4-3-1-2): Tomei; Boniotti (st 38′ Cosner), Stefani, Pasa, Martin; Mandorlini, Pederzoli, Buratto; Cattaneo; Berrettoni (st 25′ Martignago), Strizzolo (st 36′ Berardi). A disp.: De Toni, Parpinel, Castelletto, Ingegneri, Ramadani, Valente. All. Tedino.
ARBITRO: Bertani di Pisa. Assistenti: Urselli di Taranto e Viola di Bari.
NOTE: espulso al st 44′ Magnaghi per gioco violento e al st 45′ Suciu per doppia ammonizione. Ammoniti Suciu, Buratto, Strizzolo, Gambaretti e Scarsella. Angoli 7-4. Recupero: pt 3′; st 5′. 2.428 spettatori (590 paganti + 1.938 abbonati).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy