Il Pordenone vuole suonare la nona sinfonia

Il Pordenone vuole suonare la nona sinfonia

Per Bruno Tedino ultimi dubbi d formazione, ma il Pordenone che sfiderà il Lumezzane è praticamente fatto. Intanto il tecnico parla dei suoi allievi in Nazionale…

Commenta per primo!

Il Pordenone vuole suonare la nona sinfonia contro il Lumezzane. Per Bruno Tedino è giunto il momento delle scelte di formazione. Tra venerdì e sabato scioglierà gli ultimi dubbi: il ballottaggio riguarda in attacco Berrettoni o Filippini, uno dei due farà coppia con Strizzolo.  L’assenza dello squalificato  Stefani, invece,  sarà compensata dall’arretramento di Pasa che farà coppia in difesa con Ingegneri, che rientra dopo 20 giorni.

Intanto Mago Tedino ha parlato a Il gazzettino sui suoi ‘allievi’ in Nazionale. E qualcuno di loro farà strada, l’occhio del maestro non mente. «Locatelli? Tecnica, velocità di pensiero e di esecuzione, intelligenza da centrocampista di manovra completo. Volendo continuare il giochino delle similitudini possiamo paragonarlo a Pirlo. Clemenza? Giocatore raffinato, in mezzo sa coprire ruoli diversi. Ma deve completare il processo di crescita fisica. Pinamonti? Ha fisica, corsa, generosità. Attacca gli spazi, pressa i difensori, sottomisura ci sa fare. Possiede grandi doti morali. Mi ricorda Ravanelli».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy