Pordenone, ecco “Condor” Pietribiasi: abbiamo grandi ambizioni

Pordenone, ecco “Condor” Pietribiasi: abbiamo grandi ambizioni

L’attaccante veneto, prelevato dal Bassano, si sta ambientando velocemente: “Conosco già molti ragazzi. Qui abbiamo tutto per fare bene: giocatori validi sia sotto l’aspetto tecnico che umano”. Tra i suoi obiettivi migliorare lo score dello scorso anno

Una serata di festa, ma anche l’occasione per ammirare da vicino alcuni volti nuovi del Pordenone che tra pochi giorni esordirà ufficialmente (il 31 luglio il primo impegno in Coppa Italia). Tra i giocatori più attesi c’è sicuramente Stefano Pietribiasi, attaccante classe ’85 prelevato dal Bassano. Il “Condor“, originario di Schio, vuole rimettersi in discussione in un club dalle grandi ambizioni, come ha raccontato a MondoUdinese.it.

Pietribiasi, con quale spirito comincia questa nuova avventura in maglia neroverde?

Sicuramente con lo spirito giusto, quello che mi ha sempre contraddistinto. C’è sempre voglia di fare bene. Nelle ultime stagioni ho giocato in squadre che hanno sempre raggiunto obiettivi importanti. Anche qui lo scorso anno sono stati conseguiti risultati importanti, quindi cercheremo di ripeterci e toglierci qualche soddisfazione.

Si aspettava così tanto entusiasmo da parte della tifoseria?

Ero abituato a Bassano, che è simile per dimensioni a Pordenone. Comunque vedo che qui c’è molto entusiasmo e questo non può che farci piacere. Starà a noi dar loro soddisfazioni nel corso della stagione, spero che ci sostengano in tanti come qui ad Arta.

Avete iniziato da poco la preparazione, ma come si trova con i nuovi compagni?

Molto bene, perchè conosco già gran parte dei giocatori. Alcuni hanno vestito la casacca del Bassano qualche anno fa. Qui ci sono elementi molto validi dal punto di vista tecnico, ma anche sotto l’aspetto umano. Abbiamo tutto per fare bene.

Secondo te, vista dall’esterno, cos’è mancato al Pordenone lo scorso anno per centrare il grande traguardo?

Quando arrivi ai play-off è sempre un terno al lotto. Io ci sono passato lo scorso anno, quando abbiamo perso la finale play-off con il Como. E poi ci vuole anche fortuna… Comunque credo che il Pordenone abbia poco da rimproverarsi. Quest’anno però dovremo fare molto di più, perchè le aspettative della gente sono cambiate. Ed è giusto che sia così.

A livello personale si è dato un obiettivo?

Spero di stare bene e giocare il più possibile. Se la squadra gira, arrivano maggiori rifornimenti agli attaccanti e dunque maggiori possibilità di andare in rete. Personalmente spero di fare meglio dello scorso anno, dove non sono andato benissimo… (3 reti in 27 presenze, ndr).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy