Pordenone, febbre neroverde in città. Tedino lancerà Beltrame

Pordenone, febbre neroverde in città. Tedino lancerà Beltrame

A Pordenone lunghe file per accaparrarsi uno degli ultimi tagliandi disponibili: Bottecchia tutto esaurito per la gara secca di playoff con la Casertana. Campani in emergenza in difesa

E’ una vera e proprio febbre neroverde quella che sta attraversando Pordenone in queste ore: code lunghissime alle ricevitorie per assicurarsi uno dei preziosissimi tagliandi disponibili ancora per la sfida playoff con la Casertana. Inutile dire che il Bottecchia sarà stracolmo di tifo, una bolgia come non si è mai vista. Del resto questo appuntamento è con la storia e non è retorica  affermarlo.

Mago Tedino ha costruito una squadra spettacolo, una squadra capace di scalare le posizioni e arrivare seconda: se il campionato fosse durato ancora qualche giornata anche il Cittadella avrebbe tremato. Ma è anche vero che il Pordenone ha perso parecchie gare proprio con le squadre al vertice, anche se mai è stata messa sotto (vedi appunto i ko con Bassano e Cittadella). Per alleviare la tensione  non ci sarà alcun ritiro e dopo la rifinitura a porte chiuse, il Pordenone si ritroverà come di consueto domenica per il pranzo pre-gara.

Settori locali del Bottecchia quindi esauriti, previsti circa 400 tifosi della Casertana residenti anche tra Friuli e Veneto. Out Martigagno e Filippini, si sta allenando a parte Berrettoni, ma dovrebbe recuperare e giocare dietro le punte Strizzolo e l’astro nascente recuperato a pieno, Beltrame. Qualche dubbio anche in difesa: Ingegneri o Marchi al centro, De Agostini o Martin sulla corsia sinistra, con i primi favoriti.

CASERTANA Difesa in emergenza: il portiere Gragnaniello è squalificato, il vice Maiellaro forse recupera dopo lo stiramento, in preallarme il giovane Signoriello. Fuori gioco i difensori Potenza e Bonifazi, fermo per infortunio Mangiacasale.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy