Pordenone frana. Tedino: “Colpa mia”

Pordenone frana. Tedino: “Colpa mia”

Anche Tedino non cerca scuse per il ko del Pordenone. Ora testa al Bassano

Commenta per primo!

Il ko col Teramo fa male, anzi malissimo. Il Pordenone ha perso l’occasione di riavvicinare la zona playoff e anche ilVenezia se vogliamo. Oramai tutto sembra più difficile in questo senso, anche se la corsa ai vertici è aperta e rimarrà tale fio alla fine. Certo che prestazioni come quelle offerte in Molise sono da censurare e il presidente Lovisa non usa mezzi termini

Poche parole, ma eloquenti anche quelle di Tedino al Messaggero Veneto: «Se abbiamo giocato in maniera così differente dal solito  la colpa è mia che non ho saputo motivare al meglio alcuni giocatori. Evidentemente non ho toccato le corde giuste. Il Teramo ha meritato di vincere. Ha giocato con più fame. Noi abbiamo letteralmente regalato il primo tempo. Nel secondo abbiamo avuto una buona reazione, ma, si sa, quando le cose non vogliono andare, non vanno. E così ci siamo scontrati su un portiere  che ha fatto alcune parate strepitose. Se avessimo segnato sono sicuro che la gara sarebbe cambiata, perché per il Teramo sarebbero riaffiorati gli spettri del passato».

Comunque nessuna crisi:  «Si tratta soltanto di un calo di risultati. A Venezia abbiamo perso facendo la migliore prestazione stagionale. Oggi non abbiamo disputato una gran partita, ma potevamo pure non perderla con un pizzico di fortuna in più».

Ora occhi al Bassano, altra gara chiave.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy