Pordenone, il Friuli che vince. Tedino: “Ma c’è sempre da migliorarsi”

Pordenone, il Friuli che vince. Tedino: “Ma c’è sempre da migliorarsi”

Il Pordenone è il simbolo oggi di un friuli bello e vincente: in attesa dei playoff, battuto anche il Pavia. Tedino: “Prova di maturità dei ragazzi”

Commenta per primo!

C’è un Friuli calcistico che oggi fa piangere, ce n’è uno di cui andare orgogliosi. Il Pordenone non si ferma più, gioca un calcio spettacolare, per molti tratti ricorda l’Udinese che iniziò la scalata dalla C alla a con Giacomini in panchina. Battuto anche il Pavia, ora i Ramarri sono certi del podio.
Merito della squadra, merito di Mago Tedino, tecnico fin troppo sottovalutato:
«Dopo aver raggiunto matematicamente i playoff nello scorso turno – afferma il tecnico, come riporta Il Gazzettino -, dovevamo dimostrare maturità e conservare la nostra mentalità di sempre. Quella che ci ha permesso di arrivare sin qui. Credo che i ragazzi siano riusciti a farlo bene. Era una partita difficile da affrontare – sostiene -. Avevamo tutto da perdere. Primo clima caldo della stagione e clima invece tiepido, nei confronti dei padroni di casa, sugli spalti».

Ora c’è solo da mantenere la seconda piazza col Giana, poi saranno Playoff:   «Io credo  che tutto si possa migliorare. Sempre. La società mi ha messo a disposizione un gruppo fantastico, con tanti giocatori che sono venuti a Pordenone per prendersi una rivincita nei confronti del recente passato. Anche questo ci aiuta. I playoff? Se sapremo essere più pericolosi davanti, potremo  prenderci qualche altra bella soddisfazione anche nell’overseason».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy